Svizzera

Sale la disoccupazione elvetica

Nell'ultimo trimestre del 2020 il tasso era di 4,9%, contro i 3,9% nello stesso periodo nel 2019

  • 18 febbraio 2021, 12:49
  • 10 giugno 2023, 08:38

Notiziario delle 11.00 del 18.02.2021

RSI Economia e Finanza 18.02.2021, 12:36

  • ©Ti-Press/Francesca Agosta
Di: ATS/mrj

Il tasso di disoccupazione in Svizzera ai sensi dell’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) è cresciuto dell’1%, passando dal 3,9% nel quarto trimestre 2019 al 4,9% nello stesso periodo del 2020. Il numero di persone occupate, tra le quali rientra anche chi è in lavoro ridotto, è invece rimasto praticamente invariato: 5,135 milioni (contro i 5,137 milioni negli ultimi tre mesi del 2019).

Ci sono state minime alterazioni anche per quanto riguarda gli occupati svizzeri (-0,1%) e quelli stranieri (+0,2%). Per quanto riguarda quest’ultima categoria, i frontalieri sono in aumento (+1,7%), seguiti dai titolari di un permesso di domicilio C (+1,2%), mentre rimane invariato il tasso dei possessori di permessi B o L.

La disoccupazione giovanile (15-24 anni) è calata, passando dal 7,7% al 7,3%. Meno rosea, invece, la situazione per le persone fra i 25 e i 49 anni (dal 3,5% al 5,2%) e per quelle tra i 50 e i 64 (dal 3,4% al 4,1%). Un aumento che si registra in tutte le categorie: donne e uomini, stranieri e svizzeri, istruiti e non.

Ti potrebbe interessare