Ticino e Grigioni

Ecco come cambia il mestiere di detective

La Polizia giudiziaria cerca investigatori con profili diversi e nuove competenze per affiancare gli agenti scelti fra quelli con più esperienza

  • 26 January 2023, 17:30
  • 24 June 2023, 01:58
  • INFO

Ecco come cambia il mestiere di detective

La Polizia giudiziaria cerca investigatori con profili diversi e nuove competenze: intervista al capitano Orlando Gnosca

Di: Antonio Civile / Emilio Romeo

Raccolgono testimonianze, cercano prove e indizi, assistono e ascoltano le vittime, interrogano le persone sospette e fanno confessare gli autori di crimini e delitti. Di loro crediamo di sapere tutto grazie alla letteratura e al cinema: in realtà il mestiere degli investigatori va ben oltre la raccolta di prove e l'interrogatorio. E sta cambiando, influenzato anche dalla tecnologia. Serve un nuovo mix di competenze per aggiungere all'esperienza sul terreno, una capacità ampliata di leggere i fatti e le persone.

La Polizia giudiziaria ticinese sta quindi cercando nuovi ispettori anche al di fuori del tradizionale percorso attraverso un lungo periodo in uniforme. "Di solito reclutiamo gendarmi, quindi agenti di polizia che hanno fatto la formazione in Polizia cantonale e hanno minimo tre anni di esperienza", spiega il capitano Orlando Gnosca, capo del Reparto giudiziario 1. "In questo modo ci assicuriamo degli inquirenti che hanno già un'esperienza pratica, conoscono il territorio, conoscono la gente, hanno fatto pratica su casi".

"Ognuno deve portare un po' di esperienza di vita"

Per la prossima scuola di Polizia si cercano anche aspiranti ispettori con un profilo diverso. "Giovani che hanno perlomeno 25 anni, quindi hanno comunque un'età maggiore rispetto agli aspiranti gendarmi con una formazione importante ee buone competenze linguistiche, prosegue Gnosca. "Ognuno deve portare il suo bagaglio personale di formazione, un po' di esperienza di vita chiaramente e soprattutto deve evidenziarsi durante la selezione che ha quel qualcosa in più, quella capacità di vederci dentro, cioè di vedere, di capire che c'è, cosa c'è sotto a una faccenda".

Aspetti psicologici e mole di informazioni

Vi è poi tutta una serie di competenze legate all'empatia, alla capacità di capire chi si ha davanti e di fargli ammettere qualcosa, ma anche di ascoltare le vittime e affiancarle nell'esperienza che stanno affrontando e che può essere dolorosa. Aspetti sui quali abbiamo interrogato il capitano Gnosca anche per capire come è cambiato il mestiere dell'investigatore, sempre più confrontato con dati e tracce informatiche che si affiancano alle prove fisiche e a quelle raccolte dalla scientifica. Vi è infine il rischio che gli aspetti più problematici e difficili del lavoro degli inquirenti li accompagni nelle loro vite private. A disposizione ci sono colleghe e colleghi con cui parlare, i superiori ma anche il supporto psicologico che è offerto non solo alle vittime, ma anche agli operatori.

La scuola di Polizia del 2024 cerca candidate e candidati

Le candidature per la scuola di Polizia che si terrà in Ticino nel 2024 sono aperte fino al 10 febbraio. In questi giorni, oltre al concorso per la ricerca di agenti della Gendarmeria cantonale e per le Comunali, è attivo il concorso per aspiranti ispettrici e ispettori della Giudiziaria. I dettagli sono disponibili in questo sito, mentre il capitano Orlando Gnosca spiega qui come funziona la formazione per gli aspiranti ispettori.

Ecco come si diventa ispettori della Polizia ticinese

Intervista al capitano Orlando Gnosca, capo Reparto giudiziario 1 della Polizia cantonale

  • 26.01.2023
  • 18:16

La Polizia giudiziaria

La Polizia giudiziaria (PG), si legge nel sito della Polizia cantonale, "svolge prevalentemente compiti investigativi lavorando anche in stretta collaborazione con la Magistratura. La sua attività spazia dalla raccolta di informazioni, all’accertamento dei fatti, alle inchieste, agli arresti, al ripristino – quando possibile – della situazione iniziale, alla prevenzione, all’analisi strategica e comparativa di fenomeni criminali, all’analisi criminale operativa in supporto all’inchiesta, all’impiego di metodologie tecnico-scientifiche, alla collaborazione con altre forze di polizia intercantonali e internazionali".
Svolge inchieste su persone o società sospettate di commettere reati; è particolarmente sollecitata per casi di droga, criminalità organizzata, reati violenti e di natura sessuale.

Cercansi ispettori di polizia

Il Quotidiano di giovedì 26.01.2023

  • 26.01.2023
  • 19:00

Ti potrebbe interessare