Ticino e Grigioni

Scuola professionale di Poschiavo a un bivio

Il numero di iscritti all'unico istituto di arti e mestieri di lingua italiana nei Grigioni è insufficiente - Diverse formazioni sono a rischio

  • 19 gennaio 2023, 13:06
  • 24 giugno 2023, 03:41

Notiziario 11.00 del 19.01.2023: La Scuola professionale di Poschiavo in difficoltà

RSI Ticino e Grigioni 19.01.2023, 12:31

  • scuolaprofessionale.ch
Di: ATS/Pa.St.

La Scuola professionale di Poschiavo (SPP) è in difficoltà: il numero di iscritti è insufficiente. Si tratta dell'unico istituto di arti e mestieri di lingua italiana nei Grigioni, che ora si trova di fronte a un bivio: ridurre l'offerta formativa oppure esercitare uno sforzo immane per raggiungere il numero sufficiente di iscrizioni, come previsto dalle direttive dell'Ufficio della formazione professionale dei Grigioni (UFP).

Inizialmente - come si legge in una nota diffusa giovedì dalla direzione e dalla commissione di sorveglianza della SPP - il problema riguardava le classi di impiegato del commercio al dettaglio, di installatore di impianti sanitari, di lattoniere e di metalcostruttore. Ora l'UFP rincara la dose e mette in forse anche le classi di falegname, polimeccanico e operatore in automazione.

GRIGIONI SERA 19.00 del 19.01.2023

RSI Ticino e Grigioni 19.01.2023, 21:28

Da anni la SPP forma soprattutto apprendisti valtellinesi e valchiavennaschi che stipulano un contratto con aziende a livello regionale. Con eventuali tagli in seno all'istituto poschiavino, "la formazione di persone di lingua italiana (residenti e frontalieri) verrebbe fortemente compromessa se non addirittura impossibilitata" mette in guardia la SPP. "Sarebbe difficile pensare di scolarizzare, in modo particolare i giovani frontalieri, in lingua tedesca o in un altro cantone a causa dei lunghi tempi di viaggio. Così facendo verrebbe inevitabilmente a mancare, anno dopo anno, un numero considerevole di professionisti nei vari settori".

La scuola lancia dunque un appello a tutte le aziende attive nella valle, invitandole "a pensare alla possibilità di formare il maggior numero possibile di future forze lavorative". E ricorda che "la posta in gioco è alta e non da sottovalutare".

All'inizio dell'anno scolastico 2022/23 il co-direttore Lino Compagnoni aveva dichiarato a ilbernina.ch che le persone in formazione iscritte alla Scuola professionale di Poschiavo erano 95, di cui ben 70 provenienti dalla vicina Provincia di Sondrio.

Una scuola con pochi iscritti

Il Quotidiano 19.01.2023, 20:00

Ti potrebbe interessare