Apprendisti sì, ma frontalieri

LA 1, Patti chiari, venerdì 24 maggio, ore 21.05

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

www.rsi.ch/pattichiari / #rsipattichiari / TXT 321 / Facebook RSI

APPRENDISTI SÌ, MA FRONTALIERI
Di Igor Staeheli e Jonathan van Lamsweerde

Abitano in Ticino, hanno 15,16,17 anni e sono alla disperata ricerca di un posto da apprendista. Ma non lo trovano. Inutili lettere, fax, telefonate e colloqui. La risposta è sempre la stessa. Per te non c’è posto. E allora questi ragazzi e i loro genitori hanno scritto a Patti chiari per raccontare quello che è capitato loro, ma soprattutto quello che hanno scoperto. Dopo essersi visti chiudere in faccia tutte le porte, nelle stesse aziende che li hanno rifiutati, sono stati assunti al loro posto giovani domiciliati in Italia. Un fenomeno che in Ticino si sta allargando a macchia d’olio. Alla fine di aprile si contavano infatti ben 730 tirocinanti residenti in Italia, quasi il 10% del totale. Un nuovo record che preoccupa gli operatori del settore. Anche perché molti di questi ragazzi in realtà ragazzi non lo sono più da un pezzo: hanno 20 o addirittura oltre 30 anni. E a volte hanno già almeno una se non due esperienze professionali alle spalle. Impossibile per i ragazzi ticinesi appena usciti dalle scuole medie reggere la concorrenza. Conseguenza: alcuni di loro sono costretti a mettersi in disoccupazione oppure devono cercarsi un lavoro in Svizzera tedesca o romanda, lontano da casa, con tutte le spese del caso. Ma quali sono le ditte che agli apprendisti ticinesi preferiscono quelli italiani? Patti chiari ha indagato andando sulle loro tracce. Ha chiesto spiegazioni ai titolari e ha parlato con gli apprendisti italiani assunti al posto dei ticinesi. Che ne diranno delle risposte le famiglie coinvolte? Saranno soddisfatte?
Lo scopriremo in diretta nello studio di Patti chiari dalle stesse famiglie che saranno presenti assieme ai titolari di alcune aziende e al Consigliere di Stato Manuele Bertoli, chiamato a dare indicazioni per arginare il dilagante fenomeno.
Per l’occasione Patti chiari propone anche un sondaggio in diretta sulla pagina Facebook della RSI, per chiedere a telespettatori e internauti quali sono i motivi per cui le aziende in Ticino assumono apprendisti frontalieri. Partecipate e fate sentire la vostra voce in diretta.

Il pubblico ha la possibilità di partecipare al dibattito sul sito rsi.ch/pattichiari, su Twitter con hashtag #RSIpattichiari o di telefonare alla redazione
• il venerdì, durante la diretta
• in generale, per segnalare le proprie testimonianze
componendo lo 0848 03 55 55

Pattichiari@rsi.ch

Condividi