Nonostante l'arrivo di modelli come il nuovo Iveco Daily sono in calo le vendite di furgoni e camion (Iveco Media)

Calano le vendite di veicoli

Solo le auto registrano un sensibile aumento, mentre diminuiscono marcatamente le "due ruote" che con la pandemia avevano recuperato molto terreno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Lieve calo delle vendite di veicoli a motore a febbraio 2022 in Svizzera: sono stati immatricolati 22'850 auto, camion, bus e moto, con una flessione del 2% rispetto allo stesso mese del 2021.

Le informazioni sono state pubblicate martedì dall'Ufficio federale di statistica (UST), che pone l'accento sui dati - già anticipati oltre due settimane fa dall'associazione degli importatori Auto-Suisse - relativi alle auto, in crescita del 3% (a 16'553). Un incremento medio che sintetizza delle evoluzioni settoriali assai diverse, che vanno dal -15% dei motori a benzina e -19% dei diesel al +22% delle ibride ricaricabili, al +28% delle ibride "plug-in" e al +75% delle elettriche pure.

In aumento, nel secondo mese dell'anno, sono risultati anche i veicoli per il trasporto di persone come i bus (+4% a 565), mentre sono in calo i furgoni e i camion (-10% a 2’368), nonché moto e scooter (-16% a 2’881). Come è noto, quest'ultimo segmento ha beneficiato negli ultimi due anni di un boom in seguito ai cambiamenti delle abitudini nella popolazione a fronte della pandemia da Covid-19.

Cumulando i primi due mesi dell'anno si ottiene un incremento per le auto (+4% a 32'603), ma un sensibile calo per le moto (-14% a 4’373), con un totale di tutti i veicoli in leggera regressione (-0,4% a 43'850).

ATS/EnCa
Condividi