Italia, riforme per uscire dalla crisi

L’economista Carlo Cottarelli: “Se le chiusure sono brevi lasceranno danni superabili”

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Forse è nella crisi che si trova la forza per fare le riforme". Secondo Carlo Cottarelli, direttore dell'Osservatorio sui conti pubblici italiani dell'Università Cattolica di Milano, già commissario straordinario per la revisione della spesa del governo, i fondi europei destinati all'Italia per l'emergenza Covid-19 potrebbero fornire sufficiente ossigeno al paese da permettere di avviare le riforme più urgenti: "Investimenti per le infrastrutture pubbliche, per digitalizzare l'Italia, per riformare la pubblica amministrazione, ridurre la burocrazia".

I paesi a vocazione manifatturiera, come l'Italia e la Germania, stanno subendo meno le conseguenze della crisi rispetto a quelli nei quali è più sviluppato il terziario. Secondo Cottarelli, la seconda ondata di chiusure per contenere la pandemia potrebbe lasciare danni economici superabili: "Se durano troppo a lungo – così l'economista - la situazione diventa ovviamente più difficile".

Di economia italiana e dei problemi delle imprese si parlerà nel magazine di approfondimento Tempi moderni, in onda venerdì sera su LA1.

thp
Condividi