Wayne Lapierre durante l'odierna conferenza stampa
Wayne Lapierre durante l'odierna conferenza stampa (KEYSTONE)

Lobby armi USA: "pistole a scuola"

Per l'NRA "un bando renderebbe gli alunni vulnerabili"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Come tutta l'America siamo scioccati da quanto accaduto", ha detto oggi Wayne Lapierre, vicepresidente della National Rifle Association (NRA), la potente lobby delle armi statunitense, nel corso di una conferenza stampa sulla strage del Connecticut.

"Il Congresso agisca per imporre le armi nelle scuole", ha aggiunto Lapierre, convinto che "la presenza di guardie armate avrebbe potuto prevenire la tragedia".

Lapierre ha poi affermato che "è necessario affrontare la realtà", in quanto "il bando delle armi nelle scuole rende gli alunni vulnerabili". L'NRA aveva finora evitato di commentare i fatti di Newtown "per rispetto delle vittime".

Obama risponde ai firmatari di una petizione contro le armi

Con un video sul sito web della Casa Bianca, il presidente Barack Obama ha risposto oggi ad oltre 400’000 persone che dopo la strage nella scuola di Newtown hanno firmato una petizione per chiedere di “affrontare immediatamente la questione del controllo delle armi presentando una proposta di legge in Congresso”.

“Farò ogni cosa nell'ambito dei miei poteri di presidente” per far avanzare una proposta al Congresso che tra le altre cose prevede il bando delle armi d'assalto e di caricatori a grande capacità per le armi da fuoco, ha affermato il presidente.


Condividi