Operai in sciopero alla Whirlpool di Napoli (keystone)

Napoli, operai sul piede di guerra

Le maestranze del gigante USA degli elettrodomestici Whirlpool protestano per la vendita del sito industriale nella città campana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Prosegue, in Italia, la mobilitazione dei lavoratori dello stabilimento di Napoli della Whirlpool, azienda di elettrodomestici statunitense che ha deciso di cedere il sito partenopeo. Ad acquistarlo, una ditta specializzata in sistemi di refrigerazione, con sede a Lugano. Contro la cessione, che sarà avviata oggi, giovedì, i sindacati hanno chiesto l'intervento del Governo italiano.

Dal canto suo la società PRS, che sarebbe una start-up, ha garantito i livelli occupazionali (attualmente sono impiegati 412 dipendenti) e sarebbe intenzionata a riconvertire la produzione.

 

Sempre oggi una delegazione di operai dovrebbe partecipare alle celebrazioni per la festa patronale di San Gennaro, mentre rimane attivo il presidio permanente in fabbrica. In giornata verrà pure decisa, da parte del coordinamento sindacale degli stabilimenti, la data della mobilitazione con i lavoratori che si dicono “pronti a una lotta che si preannuncia lunga e faticosa”.

ATS/ANSA/Swing

Condividi