Immagine d'archivio (TI-Press)

Tinte fosche per il manufatturiero

Dopo i dati positivi di ottobre, l’industria elvetica a novembre è tornata con i piedi per terra: perde terreno l’indice degli acquisti

Se il mese di ottobre aveva acceso qualche lumicino di speranza per l'industria manifatturiera elvetica, novembre ha fatto tornare tutti con i piedi per terra. Già analizzando i dati incoraggianti di ottobre diversi analisti avevano messo in guardia:  bisognava attendere i mesi successivi per sapere se la tendenza positiva fosse una realtà.

E novembre ha puntualmente dimostrato che il momento per il manifatturiero elvetico rimane di quelli delicati, con l'indice dei responsabili degli acquisti che ha perso 0.6 punti, attestandosi a 48.8. Qualsiasi valore sotto i 50 punti significa contrazione economica.

Il dato di novembre, seppur peggiore del mese precedente, rientra però in una media che indica stabilità, anche se in territorio negativo, ma perlomeno non si prevedono peggioramenti significativi. A sottolinearlo è ancora una volta il sottoindice che tasta il polso al mercato del lavoro, che rimane positivamente sopra la citata quota 50, nonostante il momento non facile.

NOT-Minoli/dielle
Condividi