(Reuters)

Trimestre in profondo rosso per Amazon

Pesa l’investimento nel produttore di veicoli elettrici Rivian, ma anche l’aumento dei costi su vari fronti, anche a causa della guerra in Ucraina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Amazon ha registrato per la prima volta dal 2015 una perdita trimestrale. I primi tre mesi dell'anno si sono infatti chiusi con un rosso da 3,8 miliardi di dollari, sul quale pesa l'investimento in Rivian, il produttore di veicoli elettrici che aspira a diventare la nuova Tesla e che perso più del 65% del suo valore quest'anno.

I ricavi di Amazon nel primo trimestre sono saliti del 7% a 116,4 miliardi di dollari, in deciso rallentamento rispetto al +44% dello stesso periodo dello scorso anno. La crescita del 7% è infatti la più lenta dal 2001 e rappresenta la prima volta che è, a livello trimestrale, sotto il 10%. La frenata dovuta al ritorno alla normalità dopo la pandemia e al conseguente cambio delle abitudini dei consumatori. Sul rallentamento pesano anche l'aumento dei costi dell'energia, del lavoro, di spedizione, nonché le pressioni inflazionistiche e quelle sulle catene di approvvigionamento, anche a causa della pandemia e della guerra in Ucraina.

A deludere gli analisti non sono solo i risultati trimestrali ma anche le stime per il periodo aprile-giugno, quando i ricavi sono previsti fra i 116 e i 121 miliardi, meno dei 125 miliardi previsti dal mercato. Una delusione palpabile dall'andamento dei titoli a Wall Street dove, nelle contrattazioni after-hours, arrivano a perdere il 10%.

Amazon va male

Amazon va male

TG 12:30 di venerdì 29.04.2022

 
ATS/Red.MM
Condividi