Abbracci di protesta

La maggior parte delle manifestazioni in USA sono pacifiche, ma c'è qualcuno che va oltre con gesti di affetto verso la polizia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Noi non stiamo attaccando nessuno, non stiamo saccheggiando né provocando disordini", dice convinta la 15enne Sierra Crockett, incontrata tra i manifestanti che protestano a Washington D.C. davanti alla Casa Bianca, dopo la morte di George Floyd a Minneapolils.

La giovane stringe tra le mani un cartello con scritto "Abbracci gratis". Si avvicina agli agenti abbracciandoli in modo caloroso.

"Non tutti i poliziotti sono malvagi. È un momento difficile, ma se sono qui per proteggere noi, è una buona ragione. E sono qui per quello, è il giusto motivo. Un abbraccio può aiutare in tutto", ha affermato orgogliosa.

RSI/Emiliano Bos/AnP
Condividi