I vincitori di giornata Katharina Fegebank (Verdi) e Peter Tschentscher (SPD) (keystone)

Ad Amburgo vince la SPD

Stando ai primi exit-poll i socialdemocratici mantengono il potere (38%) – Crollo della CDU (11,5%) – Balzo in avanti dei Verdi (25%)

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Già in crisi, l'Unione cristiano-democratica (CDU) ha subito una nuova sconfitta nelle elezioni svoltesi domenica nella Città-Stato di Amburgo, che hanno visto i social-democratici (SPD) conservare il primato e i Verdi spiccare uno spettacolare balzo in avanti

Stando ai primi exit-poll Il partito della cancelliera tedesca Angela Merkel non è riuscito ad andare oltre l'11,5%, con un calo di 4,4 punti rispetto al 2015. Una clamorosa sconfitta, stando ai commentatori; la seconda peggiore della storia dopo quella subita nel 1951 a Brema.

In perdita di velocità (nel 2015 erano al 45,6%), il centro-sinistra può comunque ancora vantare il 38% dei suffragi, mentre gli ambientalisti passano dal 12,3 al 25%, andando oltre il raddoppio.

Per quanto riguarda gli altri partiti, sempre stando ai primi dati, la Linke ha raccolto il 9,5% dei consensi, l’FDP il 5%, mentre l’ultradestra dell’Afd sarebbe sotto la soglia per entrare nel Parlamento regionale con il 4,8% dei consensi.

Germania, la SPD si conferma ad Amburgo

Germania, la SPD si conferma ad Amburgo

TG 12:30 di lunedì 24.02.2020

 
ATS/AFP/dielle/dg
Condividi