L'acquirente è la Cosco (keystone)

Alla Cina una fetta del porto di Amburgo

Il Governo tedesco di Olaf Scholz ha chiuso l'intesa sull'ingresso della impresa statale cinese Cosco nell'infrastruttura portuale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Governo tedesco di Olaf Scholz ha chiuso l'intesa sull'ingresso della impresa statale cinese Cosco nel porto di Amburgo. Lo scrive l'agenzia di stampa Dpa, facendo riferimento a fonti informate dell'Esecutivo. Stando alle indiscrezioni trapelate, il gruppo China Ocean Shipping Company (Cosco) acquisirebbe una partecipazione del 24,9% di uno dei quattro terminal. In un primo tempo era prevista una quota del 35%.

RG 12.30 del 26.10.2020 Cosa significa l'operazione Cosco ad Amburgo? Le spiegazioni di Nicola Capuzzo ,giornalista esperto di logistica legata ai porti
RG 12.30 del 26.10.2020 Cosa significa l'operazione Cosco ad Amburgo? Le spiegazioni di Nicola Capuzzo ,giornalista esperto di logistica legata ai porti
 

Il via libera sarebbe frutto di un compromesso all'interno della coalizione di Governo, che sul tema era divisa. A causa delle recenti esperienze con la Russia e della dipendenza dalle sue forniture di gas si era accesa una disputa politica sull'opportunità di una partecipazione cinese nel terminale di Amburgo.

L'operazione era contestata
L'operazione era contestata (keystone)

Il ministro dell'economia Robert Habeck (Verdi) aveva messo in guardia da nuove dipendenze. Il cancelliere Olaf Scholz (SPD), che si recherà in Cina all'inizio di novembre, aveva invece da parte sua sostenuto che non si trattava di vendere il porto.

Le mani cinesi su Amburgo

Le mani cinesi su Amburgo

TG 20 di martedì 25.10.2022

 

Secondo i media l'ufficio del cancelliere ha insistito affinché l'accordo andasse avanti. Se il Governo non avesse preso una decisione questa settimana, la vendita sarebbe stata automaticamente approvata come originariamente concordato fra i cinesi e la società di gestione Hamburger Hafen und Logistik (HHLA).

ATS/AFP/ANSA/Swing
Condividi