Knox e Sollecito
Knox e Sollecito (reuters)

Assolti Knox e Sollecito

Per la Cassazione non hanno commesso l'omicidio. L'americana condannata a 3 anni per calunnia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per l'omicidio di Meredith Kercher, avvenuto a Perugia il primo novembre 2007, la Cassazione ha assolto Raffaele Sollecito e Amanda Knox per non aver commesso il fatto.

I due erano stati condannati in appello a 25 anni di reclusione il primo e a 28 anni e sei mesi la seconda. Amanda è stata condannata a tre anni per calunnia, pena già scontata.

"Sono immensamente felice che quella stessa magistratura che mi ha condannato ingiustamente mi ha restituito oggi la dignità e la libertà", ha commentato Raffaele dopo la sentenza di assoluzione per l'omicidio. "Finalmente è finita", ha invece detto la sorella Vanessa.

"Amanda è felice, chiederemo il risarcimento per ingiusta detenzione": l'ha detto l'avvocato Carlo Della Vedova dopo aver parlato al telefono con Knox, comunicandole l'assoluzione.

"Siamo allibiti". Stephanie Kercher ha commentato con poche parole la sentenza.

Nel corso del 2013, ricordiamo, Sollecito si era trasferito per alcuni mesi in Ticino e aveva preso casa sulle pendici del Monte Brè, ad Aldesago.

ansa/joe.p.

Dal TG20

Condividi