Il capo della Corte Suprema, John Roberts, era stato nominato del presidente George Bush (keystone)

Bocciata la legge antiaborto

Negli Stati Uniti, la Corte Suprema ha invalidato una norma restrittiva varata dalla Louisiana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato incostituzionale una legge sull'aborto molto restrittiva varata dalla Louisiana, che di fatto rendeva molto difficile, se non impossibile, per le donne, ricorrere all'interruzione di gravidanza.

Determinante è stato il voto del presidente della Corte, John Roberts, nonostante la sua provenienza conservatrice, si è schierato con i colleghi progressisti come successo in altre occasioni recenti: ha votato con i giudici di nomina democratica sia per salvare il programma di protezione dei Dreamer varato da Barack Obama sia per estendere il divieto di discriminazioni sul lavoro alla comunità LGBTQ.

La legge della Louisiana che introduce fortissime restrizioni alla possibilità delle donne di abortire è stata varata nel 2014. La sua bocciatura da parte dell'Alta Corte segna ora un precedente che mette a rischio tutte le altre leggi restrittive varate negli ultimi anni in altri Stati americani.

 
ANSA/eb
Condividi