Giovanni Tria e Pierre Moscovici (Keystone)

Bruxelles boccia Roma

La manovra finanziaria del Governo Conto secondo l'UE non rispetta il Patto di stabilità

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"I piani dell’Italia configurano una violazione grave e manifesta delle raccomandazioni adottate del Consiglio ai sensi del Patto di stabilità e crescita per il 2019, il che rappresenta motivo di preoccupazione per la Commissione europea". È l’inizio della lettera di richiamo che i commissari UE responsabili del dossier “conti pubblici”, Valdis Dombrovskis e Pierre Moscovici, hanno fatto avere giovedì al ministro delle Finanze Giovanni Tria.

Manovra italiana sotto accusa

Manovra italiana sotto accusa

TG 20 di giovedì 18.10.2018

La Commissione ha preso di mira le principali cifre che nel Documento programmatico di bilancio (DPB) tracciano la dinamica della finanza pubblica. I conti, secondo Bruxelles, non tornano a partire dalla crescita prevista per la spesa pubblica primaria (il 2,7%) a fronte di un indebitamento massimo raccomandato dall’Unione dello 0,1%.

RG 07.00 del 19.10.2018 La corrispondenza di Claudio Bustaffa
RG 07.00 del 19.10.2018 La corrispondenza di Claudio Bustaffa
 

I piani dell’Italia, secondo la Commissione, “non garantirebbero il rispetto della regola della riduzione del debito”, un aspetto importante vista la dimensione del suo debito (circa il 130% del PIL). Bruxelles avverte inoltre che, in questi ultimi anni, le promesse fatte dall’Italia le hanno consentito di evitare una procedura per deficit eccessivo.

ATS/WytA
Condividi