Cresce la pressione su Maduro

Germania, Francia, Gran Bretagna e Spagna pronti a riconoscere Guaidò come presidente del Venezuela se non saranno indette elezioni entro 8 giorni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Germania, Francia, Gran Bretagna e Spagna si sono detti pronti a riconoscere Juan Guaidò come presidente del Venezuela se non saranno convocate delle elezioni "eque, libere, trasparenti e democratiche" entro otto giorni.

 

L'ultimatum a Nicolas Maduro è stato lanciato sabato dal presidente francese Emmanuel Macron, dal premier spagnolo Pedro Sanchez e dai governi tedesco e britannico.

 

Guaidò, che si è autoproclamato presidente, ha già raccolto l'appoggio degli Stati Uniti, ostili al Governo in carica, così come di altri paesi della regione. Maduro può però contare sul sostegno di Russia, Cina, Messico e Turchia, con Mosca che ha messo in guardia Washington da qualsiasi intervento nel paese.

Guerra fredda in Venezuela

Guerra fredda in Venezuela

TG 12:30 di domenica 27.01.2019

 
ATS/AFP/sf
Condividi