Il Mississippi cambia il suo vessillo statale (keystone)

Il Mississippi cambia bandiera

Razzismo: dalla mezzanotte di martedì tutte le bandiere dello Stato americano devono fare a meno del simbolo dei Sudisti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Addio al simbolo Confederato in Mississippi. Dalla mezzanotte di martedì tutte le bandiere dello Stato dovranno fare a meno del simbolo usato dai Sudisti nella guerra civile dopo che il governatore, sempre martedì, ha firmato la rimozione definitiva del simbolo. Una decisione adottata sull’onda delle proteste contro il razzismo che stanno scuotendo da oltre un mese gli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd.

Il Mississippi è stato l'unico stato americano ad avere sulla propria bandiera l'emblema della Confederazione - sfondo rosso, croce diagonale blu con piccole stelle bianche - che rappresentava gli Stati del sud, contrari all'abolizione della schiavitù, durante la Guerra Civile (1861-1865). La Georgia, con la sua lunga storia di segregazione, ha abbandonato questo simbolo nel 2003.

 

"Questo non è un gesto politico, è un'occasione solenne per riunirsi come famiglia del Mississippi, per riconciliarsi e andare avanti", ha scritto il governatore Tate Reeves su Facebook prima di firmare la legge. Reeves ha aggiunto che sarà creata un’apposita commissione per la selezione del nuovo vessillo.

ATS/RG/Swing

Condividi