I contagi avvengono principalmente in famiglia
I contagi avvengono principalmente in famiglia keystone
Momenti chiave
02.08.2020 ore 23:53
02.08.2020 ore 21:33
02.08.2020 ore 17:17
02.08.2020 ore 15:51
02.08.2020 ore 10:39
02.08.2020 ore 10:00
02.08.2020 ore 09:04
02.08.2020 ore 08:40
02.08.2020 ore 07:43

Luoghi di contagio, l'UFSP si corregge

Vaud, Vallese e Ginevra sono “zona rossa” per il Belgio. In Svizzera 138 casi, negli USA di nuovo oltre 60’000
domenica 02 agosto 2020 07:34

Il Belgio ha deciso di vietare per i propri cittadini i viaggi sull'Arco lemanico: i cantoni di Vaud, Vallese e Ginevra sono diventati "zona rossa", questo a causa della recrudescenza dell'epidemia di nuovo coronavirus. Anche il Ticino era stato in precedenza inserito in questa lista nera, considerato "zona arancione", ma era stato poi tolto.

Domenica nella Confederazione sono stati annunciati 138 nuovi contagi (180 la vigilia, oltre 200 nei due giorni ancora precedenti) e l'UFSP ha corretto i dati forniti venerdì sui luoghi di contagio: solo una minima parte avviene in discoteca, molti di più in famiglia. Il nuovo capo della task force federale contro il nuovo coronavirus, Martin Ackermann, ha per parte sua dichiarato alla “Sonntagszeitung” che la crescita delle infezioni è esponenziale e che le possibilità di allentare le misure sono scarse. Dai domenicali si apprende pure che uno studio sui vaccini non è ancora partito in Svizzera perché i fondi non sono stati stanziati e che fu effettivamente la penuria di mascherine a dettare a inizio pandemia la comunicazione delle autorità, che le definirono allora poco efficaci.

 

La cronaca di sabato

A livello internazionale, il virus continua a diffondersi negli Stati Uniti: secondo il bilancio aggiornato stilato dalla Johns Hopkins University, nelle ultime 24 ore nel paese i nuovi casi confermati sono stati oltre 61'200; la quota dei 60'000 nuovi contagi giornalieri è stata così superata per il quinto giorno consecutivo.

I dati sempre aggiornati

di Ludovico Camposampiero, Stefano Pongan, Elena Boromeo

02.08.2020 ore 23:53
In Brasile 25'800 nuovi contagi

Il Brasile ha registrato 25’800 nuovi contagi e 541 morti nelle ultime 24 ore. Lo comunica il Ministero della salute. Complessivamente, il paese conta 2,73 milioni di casi mentre il bilancio ufficiale delle vittime è di 94’104.

02.08.2020 ore 22:36
Kosovo, premier Hoti positivo al test

Il premier kosovaro Avdullah Hoti ha annunciato in serata di essere risultato positivo al test del coronavirus. In un post su Facebook, Hoti - come riferito dai media serbi - ha detto di non accusare sintomi particolari ad eccezione di una leggera tosse. “Da questa sera sarò in isolamento per due settimane”, ha affermato il premier aggiungendo che espleterà regolarmente da casa tutte le sue funzioni di governo. Il Kosovo registra nelle ultime settimane una forte ripresa dei contagi da coronavirus.

02.08.2020 ore 22:30
Cipro: test obbligatori per arrivi da Grecia

Cipro introdurrà i test obbligatori per i viaggiatori in arrivo dalla Grecia a partire dal 6 agosto. La decisione è stata presa dopo l’aumento di casi registrati in Grecia nell’ultima settimana, sebbene pur sempre inferiore a molti paesi europei.

02.08.2020 ore 21:33
Obbligo di mascherina in Grecia

La Grecia corre ai ripari contro il coronavirus dopo un aumento record di casi (78 nelle ultime 24 ore) e impone l’obbligo di mascherina in tutti i luoghi pubblici al chiuso, incluse le chiese. Dal 3 al 9 agosto saranno vietati gli assembramenti nei locali al chiuso - ha comunicato il vice ministro della protezione civile Nikos Hardalias - e fino al 15 agosto sono sospese le visite in ospedale. Stop anche alle feste religiose fino a fine mese. Una stretta che peserà non poco sui flussi turistici appena ripresi in un paese che ha un quarto della sua economia dipendente proprio dal turismo.

02.08.2020 ore 18:49
L'Ufficio federale della sanità pubblica ha dato cifre errate

Berna corregge i dati forniti alla stampa venerdì: la maggior parte dei contagi avviene in famiglia e non in discoteca

I contagi? In famiglia, non in disco

L'UFSP ha fornito cifre errate a SRF, ora le corregge e si scusa. L'altro ambiente a rischio è quello di lavoro

02.08.2020 ore 18:13
Hockeysti in quarantena dopo amichevoli internazionali

Le squadre under 17 di Berna e Langnau sono in quarantena su ordine del medico cantonale bernese dopo che un giocatore per parte è risultato positivo al coronavirus. Il contagio è avvenuto verosimilmente in occasione di una serie di amichevoli della nazionale svizzera U17 contro i pari età cechi, nelle cui file risultano ora 16 casi di coronavirus. La Federazione svizzera ha informato tutti i club che avevano fornito elementi alla rappresentativa nazionale. L’intera squadra e lo staff tecnico sono pure in quarantena e non è escluso che l’episodio si allarghi a macchia d’olio in altri cantoni di provenienza dei giocatori rossocrociati, che prima di quel campo di allenamento svoltosi dal 20 al 25 luglio a Zuchwil (SO) erano stati tutti testati, risultando negativi.

02.08.2020 ore 17:17
In Italia 239 contagi e 8 morti

Sono 239 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore in Italia. Un numero in calo rispetto al giorno precedente (erano stati 295), ma va tenuto presente che sono stati fatti anche 17’000 tamponi in meno. Secondo i dati del ministero della Salute, sono 8 le nuove vittime (ieri erano state 5). I nuovi contagi sono concentrati soprattutto in Emilia Romagna (+49), Lombardia (+38) e Veneto (+45).

02.08.2020 ore 16:08
Finito il lockdown, ripresi i consumi

Dopo la fine delle misure di confinamento, gli svizzeri sono tornati a fare acquisti nei negozi: le vendite al dettaglio che erano crollate del 19% in aprile sono aumentate invece del 7% in maggio rispetto al medesimo mese del 2019, secondo gli esperti del KOF, il centro di ricerche congiunturali del politecnico di Zurigo. La spesa si è concentrata su alimentari, alcolici e tabacchi, mentre il “non food” non ha raggiunto nel suo complesso il livello di un anno prima. Un’analisi più di dettaglio evidenzia però una crescita del 43% nell’elettronica e del 18% per i prodotti per la casa, i tessili e il fai da te.

02.08.2020 ore 15:58
Quarantene al rientro, cantoni insoddisfatti di Berna

I cantoni chiedono più dati per poter verificare che chi rientra in Svizzera da paesi a rischio si sottoponga effettivamente al periodo di quarantena di 10 giorni. La consegna delle liste dei passeggeri prelevate a campione, inoltre, è troppo lenta e richiede talvolta più di una decina di giorni. La Confederazione, dal canto suo, intende mettere a disposizione più personale ma ribadisce che un controllo a tappeto non è possibile

02.08.2020: Quarantene, i cantoni chiedono più dati
02.08.2020 ore 15:54
Numeri alla mano, Vaud contesta la decisione belga

Dopo il Vallese, anche Vaud contesta la decisione belga di inserire il cantone sulla lista delle regioni dove è vietato viaggiare per motivi non urgenti. Una decisione “incomprensibile” per il consigliere di Stato Philippe Leuba, che con la collega di Governo Rebecca Ruiz lavora sul dossier e ha chiesto al Governo federale di intervenire rapidamente presso le autorità di Bruxelles. Negli ultimi 14 giorni, ha fatto notare Leuba, il tasso di infezioni è di 23 ogni 100’000 abitanti nel canton Vaud e di 10 in Vallese, mentre in Belgio è di 44 ogni 100’000 abitanti.

I belgi in arrivo a Cointrin, intanto, non sembrano preoccupati

I belgi in arrivo a Cointrin non sono preoccupati
02.08.2020 ore 15:51
Netanyahu contestato

Diecimila persone hanno manifestato sabato sera davanti alla residenza ufficiale di Benyamin Netanyahu, chiedendone le dimissioni non solo per le accuse di corruzione alle quali è confrontato, ma anche per la sua gestione della crisi del COVID-19. Dopo aver contenuto inizialmente la diffusione della malattia, Israele è confrontato a una seconda ondata, causata secondo i dimostranti da una preparazione insufficiente e da un’eccessiva fretta nelle riaperture. La contestazione è stata interrotta dalla polizia, con un uso proporzionato della forza secondo le autorità ed eccessivo per i partecipanti all’evento. Il premier, dal canto suo, ha affermato domenica che è in corso “un tentativo di usare la democrazia della piazza per sovvertire la democrazia”, alludendo alla sua ultima vittoria elettorale.

02.08.2020 ore 13:11
Zona rossa per i belgi, il Vallese non ci sta

“È una decisione scioccante, in Vallese la situazione sul fronte del COVID-19 è sotto controllo, non allarmante come a Ginevra”: reagisce così il consigliere di Stato Christophe Darbellay alla decisione del Belgio di mettere il suo cantone, insieme agli altri due sul Lemano, nella lista nera delle regioni verso le quali sono proibiti i viaggi non essenziali. Darbellay è già intervenuto sabato sera, facendo pressioni sull’Ufficio federale della sanità pubblica affinché risolva il caso. Oltre ai tre cantoni svizzeri, sull’elenco belga figurano la Mayenne in Francia, diverse regioni bulgare e rumene, la Navarra, l’Aragona e le zone di Barcellona e Lleida in Spagna. Sono considerate invece zona arancione, e non rossa, altre regioni francesi.

02.08.2020 ore 12:13
In Svizzera 138 casi e nessun decesso

Sono 138 i nuovi contagi registrati dall’Ufficio federale della sanità pubblica nel suo aggiornamento di oggi, domenica. Il totale da inizio pandemia sale a 35’550, mentre non si segnalano nuovi decessi e il bilancio resta quindi fermo a 1’707 morti. Sei persone sono state ricoverate in ospedale. Le persone in isolamento sono 1’041, mentre 2’877 sono in quarantena in seguito a contatti a rischio e 12’388 per essere rientrate da paesi considerati non sicuri.

02.08.2020 ore 10:57
Le mascherine non servono... perché non ce ne sono

È stata effettivamente la penuria di mascherine a dettare la comunicazione delle autorità svizzere in marzo, quando nel pieno della pandemia si diceva ufficialmente che erano poco efficaci. Lo scrivono Le Matin Dimanche e SonntagsZeitung sulla base dei verbali delle riunioni degli organi di crisi della Confederazione. All’epoca le riserve bastavano per due settimane e mezza. Un cambiamento di strategia è arrivato solo a fine aprile, quando la farmacia dell’esercito ha ottenuto una fornitura di 90 milioni di pezzi, il fabbisogno per un mese e mezzo al ritmo stimato di due milioni al giorno. Una settimana dopo, l’UFSP ha raccomandato di indossare questo tipo di protezione quando la distanza minima di 1,5 metri non può essere rispettata.

02.08.2020 ore 10:53
Studio sul vaccino, mancano i soldi

Uno studio sui vaccini contro il coronavirus non può cominciare in Svizzera, anche se sei nosocomi di tutto il paese sarebbero pronti a partire, perché mancano i fondi. Servono 8 milioni di franchi, per la precisione, ma una richiesta di finanziamento parziale ricevuta 4 settimane fa dall’Ufficio federale della sanità pubblica è rimasta senza risposta, scrive la NZZ am Sonntag. Una simile ricerca non è per il momento prevista, precisa lo stesso UFSP al domenicale. Berna sarebbe in ritardo anche su altri dossier: in particolare, afferma il giornale, a differenza di Stati Uniti e Unione Europea non avrebbe ancora firmato un contratto con aziende farmaceutiche per assicurarsi grandi quantità di vaccino da destinare alla popolazione quando sarà disponibile.

Svizzera in ritardo sul vaccino

Manca il credito per uno studio e non c'è ancora un accordo per le future forniture, scrive la NZZ am Sonntag

02.08.2020 ore 10:39
Sette nuovi casi nei Grigioni

Stando ai dati aggiornati a sabato sera, sono sette i nuovi contagi registrati nei Grigioni, portando il totale delle infezioni nel cantone a quota 930 da inizio pandemia. Resta invariato a 50 il numero dei decessi. Attualmente risultano esserci 52 casi attivi nella regione, sette in meno rispetto al giorno precedente, di cui due nel Moesano. Gli altri sono stati annunciati nelle regioni di Landquart (13), Imboden (12), Davos (10), Maloja (7), Surselva (4), Plessur (3) e Bernina (1).

02.08.2020 ore 10:36
"Altri allentamenti non sono immaginabili"

Il numero di partecipanti a eventi pubblici andrebbe limitato, in Svizzera, a un massimo di 100 persone: lo sostiene il nuovo capo del gruppo di lavoro sul Covid-19 della Confederazione, Martin Ackermann, che in un’intervista pubblicata oggi, domenica, sulla SonntagsZeitung ha fatto notare che le nuove infezioni confermata di SARS-CoV-2 seguono una curva che si avvicina a una crescita esponenziale. Ieri (sabato) sono state 180, dopo due giorni di fila in cui era stata superata quota 200.

"Eventi con massimo 100 persone"

Il nuovo capo del gruppo di lavoro sul COVID-19 Martin Ackermann avverte: “Curva nuove infezioni è quasi esponenziale”

02.08.2020 ore 10:00
Contagi stabili in Russia

Sono stabili i numeri dei contagi diffusi dalle autorità russe: nelle ultime 24 ore sono stati 5’427 contro i 5’462 della vigilia

02.08.2020 ore 09:04
In America latina 200'000 morti

Il numero dei morti per Covid-19 in America latina ha superato i 200’000, dopo che nelle ultime ore si sono aggiunti 191 decessi in Perù. Lo riportano vari media internazionali citando il conto dell’agenzia Reuters.

02.08.2020 ore 08:48
+++ Vaud, Vallese e Ginevra per il Belgio sono “zona rossa” +++

Il Belgio ha inserito i cantoni di Vaud, Vallese e Ginevra nella zona rossa: i viaggi non essenziali verso queste regioni non sono autorizzati, si legge sul sito del Ministero degli esteri. La misura è stata decisa a causa dell’aumento dei nuovi casi di Covid-19. Chi si trova attualmente in questa regione al rientro è tenuto a test e quarantena. Anche il Ticino era stato inserito in questo elenco - ma come “zona arancione” - salvo poi essere tolto.

RG 12.30 del 02.08.2020 La corrispondenza di Mattia Serena
02.08.2020 ore 08:40
Coprifuoco a Melbourne

In Australia, lo Stato del Victoria ha imposto il coprifuoco nella capitale Melbourne per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus. Melbourne, la seconda più grande città del Paese, è alle prese con una recrudescenza dell’epidemia e per questo sono già state imposte nuove misure di contenimento.

02.08.2020 ore 07:47
"Le misure non possono essere allentate"

Il nuovo capo della task force federale contro il nuovo coronavirus, Martin Ackermann, ha dichiarato al domenicale “Sonntagszeitung” che le infezioni sono in crescita esponenziale in Svizzera e che le possibilità di allentare le misure sono scarse. “Credo che il numero di persone in eventi pubblici debba ora essere ridotto a 100 partecipanti”, ha affermato.

02.08.2020 ore 07:43
Aumentati i prezzi degli alberghi

La mancanza di turisti stranieri si fa sentire, ma in alcune regioni la domanda è così grande che sono aumentati i prezzi. Una statistica di Switzerland Travel Centre, società affiliata a hotelleriesuisse, condotta su richiesta della “NZZ am Sonntag” evidenzia per esempio che le camere d’albergo in Ticino, quest’anno, costano in media il 5% in più rispetto al 2019. Nei Grigioni il 4% e molti hotel sono al completo fino alla metà di agosto. Aumenti in contrasto rispetto agli altre regioni: per esempio nell’Oberland bernese i prezzi sono crollati del 18% e nel Vallese del 20%. Le regioni di montagna inoltre stanno facendo buoni affari. La rappresentante svizzera dei consumatori Sara Stalder critica questa maggiorazione.

02.08.2020 ore 07:36
USA, oltre 60'000 casi per il quinto giorno di fila

Gli Stati Uniti hanno registrato oltre 60’000 nuovi casi di positività al coronavirus per il quinto giorno consecutivo. Lo evidenzia il nuovo bilancio della Johns Hopkins University. Nelle ultime 24 ore, infatti, i contagiati sono saliti di 61’262, con 1’051 decessi. Gli Usa contano, al momento, 4,6 milioni di contagiati e 154’319 morti dall’inizio della pandemia.