La copertina del ''numero dei sopravvissuti'', disegnata da Luz
La copertina del ''numero dei sopravvissuti'', disegnata da Luz (keystone)

"Non disegnerò più Maometto"

L'annuncio di Luz, caricaturista di Charlie Hebdo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Luz, il vignettista di Charlie Hebdo che dopo l'attentato di gennaio aveva disegnato la copertina con la caricatura di Maometto e la scritta "Tout est pardonné", ha annunciato che non intende più raffigurare il profeta in futuro. Lo si legge sul sito del settimanale francese L'Express.

Renald Luzier, ovvero Luz, a sinistra, con il collega Laurent Sourisseau, noto come Riss
Renald Luzier, ovvero Luz, a sinistra, con il collega Laurent Sourisseau, noto come Riss (keystone)

"Non mi interessa più, mi sono stufato di lui e anche del personaggio di Sarkozy, non passerò la vita a disegnarli", spiega infatti il caricaturista in un'intervista, rilasciata a Les Inrockuptibles in edicola oggi (mercoledì). Il cosiddetto "numero dei sopravvissuti" aveva suscitato veementi proteste nei paesi musulmani, una settimana dopo che i fratelli Kouachi avevano sterminato gran parte della redazione. Quell'edizione fu pubblicata in otto milioni di copie, una tiratura da primato per la rivista satirica e per tutta la stampa francese.

Nella medesima intervista, Luz smentisce anche la presunta spaccatura fra quanti ancora lavorano per Charlie Hebdo, una parte dei quali vorrebbe "sfuggire al veleno dei soldi".

pon/ATS

Condividi