Mappa aggiornata
Mappa aggiornata keystone
Momenti chiave
22.07.2020 ore 19:36
22.07.2020 ore 17:54
22.07.2020 ore 15:46
22.07.2020 ore 14:44
22.07.2020 ore 13:33
22.07.2020 ore 11:24
22.07.2020 ore 09:44
22.07.2020 ore 09:31
22.07.2020 ore 08:14
22.07.2020 ore 07:36
22.07.2020 ore 07:20
22.07.2020 ore 07:07

Quarantena al rientro da 42 Stati

Berna aggiorna la lista delle zone a rischio - 141 contagi in Svizzera, 2 in Ticino e 2 nei Grigioni - Trump cambia idea sulla mascherina
mercoledì 22 luglio 2020 07:04

Donald Trump questa volta lo ha detto esplicitamente: "Americani, indossate la mascherina". Il presidente statunitense, dopo mesi di titubanza su questo argomento, in un incontro con la stampa ha deciso di sostenere una linea ben precisa per contenere il diffondersi del coronavirus. Ha poi affermato che la situazione prima di migliorare, peggiorerà ancora. La pandemia sta colpendo duramente la nazkone dove nelle ultime 24 ore sono stati oltre 60'000 i contagiati e 961 i morti.

La cronaca di martedì

I dati sempre aggiornati

A livello svizzero sono 141 i nuovi contagi annunciati, con due ulteriori decessi e 12 ospedalizzazioni. Quasi 3'000 persone si trovano in quarantena. Per quanto riguarda il Ticino, nelle ultime 24 ore sono stati registrati due nuovi casi, così come nei Grigioni; in entrambi i cantoni non vi sono stati decessi. L'UFSP ha intanto aggiornato la lista dei paesi per i quali ai viaggiatori è richiesta la quarantena al momento di (ri)entrare in Svizzera: da 29 passano a 42, entrano fra gli altri Bosnia-Erzegovina, Messico e Montenegro, mentre vengono stralciati Svezia e Bielorussia. La nuova misura vale da giovedì.

Alessandra Spataro, Alex Ricordi, Stefano Pongan, Enrico Campioni, Stefano Wingeyer, Andrea Pasquot e Sandro Pauli

22.07.2020 ore 23:28
Quasi 68'000 contagi in 24 ore in Brasile

Il Brasile questo mercoledì ha registrato ulteriori 1’284 decessi e un record di 67’860 nuovi contagi nelle ultime 24 ore per il coronavirus: lo hanno comunicato il Consiglio nazionale dei segretari sanitari e il ministero della Sanità. Il numero complessivo dei casi confermati di Covid-19 nel Paese è dunque salito a 2’227’514, mentre il totale delle vittime dall’inizio della pandemia ha raggiunto quota 82’771. Il tasso di letalità (ovvero la percentuale di decessi rispetto al numero di malati) è nel frattempo sceso dal 4% al 3,7%, mentre quello di mortalità è pari a 39,4 persone ogni 100 mila abitanti.

22.07.2020 ore 21:19
OMS: “Il vaccino non sarà pronto prima del 2021”

Sul vaccino contro il coronavirus i ricercatori stanno facendo progressi ma “realisticamente” non sarà pronto e disponibile prima dell’inizio del 2021. Lo sostiene Mike Ryan, il direttore del programma emergenze dell’Oms. “Dobbiamo poter guardare le nostre comunità negli occhi e assicurarle che abbiamo preso tutte le precauzioni possibili affinché il vaccino sia sicuro ed efficace prima di poterlo distribuire”, ha detto. “Anche se questo significa rallentare” il processo di sviluppo dell’antidoto anti-Covid19. “Realisticamente dovremo aspettare i primi mesi del 2021 per vedere le persone vaccinarsi”, ha detto Ryan.

22.07.2020 ore 20:42
La Lingera: “Già al lavoro per l’edizione 2021”

“La Società carnevale Lingera è già al lavoro da diverse settimane per l’organizzazione della Lingera 2021”. Lo scrivono gli organizzatori dell’apprezzato carnevale mesolcinese in un post pubblicato su Instagram, che reagiscono a un servizio televisivo diffuso ieri dalla RSI. “L’intenzione e la speranza è quella di proporre nel 2021 il programma completo. Negli scorsi giorni ci siamo trovati con i comitati dei maggiori carnevali per una riunione di coordinamento. Anche da parte nostra prenderemo una decisione definitiva, condivisa con i maggiori carnevali, nel corso dei primi giorni di ottobre in base alle decisioni che saranno prese da Confederazione e cantoni”.

22.07.2020 ore 19:36
In Lombardia 51 casi ed un decesso

I nuovi casi registrati in Lombardia sono 51: di questi 22 debolmente positivi e 16 eseguiti dopo i test sierologici. Scende sotto quota 20 il numero dei ricoverati in terapia intensiva (17 in totale), con un calo di 4 unità rispetto a ieri come diminuiscono i pazienti ricoverati (149). Si è verificato un solo decesso (16’798).

22.07.2020 ore 18:58
Germania: “Test in aeroporto per chi rientra da zone a rischio”

Chi torna dalle vacanze da zone a rischio covid dovrebbe essere immediatamente sottoposto al test in aeroporto: è quanto chiedono i ministri della Salute dei Land tedeschi riuniti in videoconferenza oggi. Lo riferisce l’agenzia stampa Dpa. Attualmente a chi torna da zone a rischio è richiesto di sottoporsi ad una quarantena volontaria a casa di 14 giorni. Non c’è certezza però che tutti si attengano alla disposizione prevista per legge. Da qui la proposta dei ministri della Salute di istituire già in aeroporto delle aree attrezzate per verificare la presenza o meno del virus.

22.07.2020 ore 18:40
Scienziati svedesi: “Non fate come noi”

“Crediamo che la Svezia possa essere utilizzata come modello, ma non nel modo in cui inizialmente si pensava”. E’ quanto scrivono 25 medici e scienziati svedesi in una lettera aperta pubblicata ieri dal quotidiano Usa Today. “In Svezia, la strategia” seguita dal governo per far fronte all’epidemia di coronavirus “ha portato alla morte, al dolore e alla sofferenza e per di più non ci sono indicazioni che l’economia svedese abbia avuto risultati migliori rispetto a molti altri paesi. Al momento, abbiamo dato l’esempio per il resto del mondo su come non affrontare una malattia infettiva mortale”. “Alla fine - concludono gli scienziati - anche questo passerà e la vita tornerà alla normalità. Nuovi trattamenti medici arriveranno e miglioreranno la prognosi. Speriamo che ci sia un vaccino. Tenete duro fino ad allora. E non fatelo nel modo svedese”.

22.07.2020 ore 17:54
Risalgono i contagi in Italia

Risale il numero dei nuovi contagiati da coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia: secondo i dati del ministero della Salute sono 282, a fronte dei 129 di ieri. Le nuove vittime sono invece 9, in calo rispetto alle 15 di ieri, per un numero complessivo di 35’082 decessi. I casi totali salgono a 245’032.

22.07.2020 ore 17:08
In Serbia 426 casi e otto morti nelle 24 ore

Resta alta in Serbia la curva dei contagi da coronavirus, che nelle ultime 24 ore sono stati 426 sul numero record di 11’521 test effettuati. Come ha detto il ministro della sanità Zlatibor Loncar, da ieri si sono registrati altri otto decessi, portando a 499 il numero delle vittime. Dall’inizio dell’epidemia i casi di Covid-19 nel Paese balcanico sono stati 22.031. Secondo il ministro, oltre 300 degli ultimi contagiati sono persone che hanno partecipato alle proteste di piazza dei giorni scorsi a Belgrado e in altre città della Serbia. E che probabilmente hanno contagiato altre persone entrate in contatto con loro.

22.07.2020 ore 16:28
La California supera NY: è lo Stato con più casi

La California supera New York: è lo Stato con il numero maggiore di casi di coronavirus, per l’esattezza 409’000. Al terzo posto la Florida con 370’000 contagi. E’ quanto emerge dai dati della John Hopkins University, secondo la quale New York mantiene però il primato per morti legati al coronavirus con 32’500 decessi, seguito dal New Jersey con 15’700.

22.07.2020 ore 15:48
In Croazia 108 contagi e due decessi in 24 ore

In Croazia da ieri sono stati confermati 108 nuovi contagi da coronavirus, numero che porta il totale dei pazienti con l’infezione attiva a 1’027. Lo ha riferito l’Unità di crisi della Protezione civile. Da ieri sono decedute altre due persone, portando il totale delle vittime del Covid-19 a 125. Per ora non ci sono nuove restrizioni, ma dato che la maggior parte dei nuovi casi riguarda contagi ad assembramenti pubblici, in particolare a feste di nozze o concerti all’aperto, si pensa a nuove limitazioni se il numero dei casi continuerà a crescere. Da due settimane in Croazia è obbligatorio indossare le mascherine in tutti i luoghi chiusi.

22.07.2020 ore 15:46
Belgio: casi in aumento dell’89%

Tra il 12 e il 18 luglio i nuovi casi di coronavirus in Belgio sono cresciuti dell’89% rispetto alla settimana precedente. La situazione appare particolarmente critica nella città di Anversa, dove vengono segnalati molti focolai. Il sindaco della città ha quindi deciso di limitare i raggruppamenti a un massimo di dieci persone. In crescita anche i ricoveri ospedalieri.

22.07.2020 ore 15:17
OMS: “Trend preoccupanti in Europa del sud e nei Balcani”

“Mentre certamente in Europa occidentale la malattia è sotto controllo, abbiamo ancora trend preoccupanti nell’Europa meridionale e nei Balcani, quindi non siamo ancora fuori pericolo nell’ambiente europeo. Serve una vigilanza costante”. È quanto ha dichiarato Mike Ryan, capo del programma per le emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità, parlando alla radio irlandese Newstalk. “Le Americhe - ha aggiunto - sono ancora il principale punto caldo ma la malattia inizia ad accelerare in Africa”.

22.07.2020 ore 15:04
La crisi porta in alto il prezzo dell'oro

Il prezzo dell’oro si attesta a 1’854 dollari l’oncia. Si tratta del livello più elevato dal settembre del 2011. Le quotazioni del metallo giallo, sull’onda delle incertezze per l’economia determinate dalla crisi del coronavirus, sono già cresciute dalla metà di marzo nella misura del 26%.

22.07.2020 ore 14:54
Kuster, leggero aumento del numero dei casi

Lo scorso 12 luglio si attestava a 1,1 il numero di riproduzione delle infezioni da Covid-19 in Svizzera. Ciò equivale ad un leggero aumento dei casi, ha osservato in conferenza stampa a Berna Stefan Kuster, l’attuale responsabile per le malattie trasmissibili presso l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Tuttavia, anche nei Paesi vicini il numero dei casi generalmente cresce. Quanto ai cantoni più esposti, la maggior parte dei casi è attualmente localizzata in quelli di Vaud, Ginevra, Berna, Zurigo e Argovia.

Circa la lista dei Paesi qualificati a rischio (oggi estesa da 29 a 42 Stati), secondo Kuster sarà aggiornata regolamente e come minimo con cadenza mensile. Se la situazione lo imporrà, anche con maggiore frequenza. I viaggiatori devono quindi prepararsi alle possibili variazioni

22.07.2020 ore 14:44
Bolsonaro ancora positivo

Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, è ancora positivo al COVID-19: lo ha confermato l’ulteriore tampone cui si è sottoposto ieri dopo aver scoperto di aver contratto la malattia lo scorso 7 luglio. Il capo dello Stato aveva detto di sperare nella negatività del test, per poter tornare alla “normalità”. È quindi saltato anche il viaggio che aveva in programma di fare questo venerdì nel Piauì, uno degli Stati del nord-est brasiliano.

22.07.2020 ore 13:33
Nuovi focolai in Spagna

Aumentano i focolai in Spagna, sono ora 244, 23 in più rispetto a ieri, con 2’622 contagiati. Lo riporta La Vanguardia. La maggior parte dei nuovi positivi sono collegati ad attività di raccolta della frutta, oltre a luoghi in cui le misure di prevenzione vengono allentate, come gli ambienti familiari e le discoteche. Secondo gli ultimi dati ufficiali, nel paese si contano ora 266’194 casi e 28’424 morti.

22.07.2020 ore 12:53
Allargata la lista dei Paesi a rischio

È stato esteso l’elenco degli Stati per i quali vige l’obbligo di quarantena in caso di ingresso di Svizzera. Il numero dei Paesi qualificati a rischio passa da a 29 a 42: fra questi, figurano adesso anche Bosnia-Erzegovina, Messico e Montenegro, ma anche Costa Rica, El Salvador, Ecuador, Emirati Arabi Uniti, Eswatini (l’ex Swaziland), Guatemala, Kazakistan, Kirghizistan, Lussemburgo, Maldive, Suriname e Territori occupati palestinesi. Escono invece dall’elenco la Svezia e la Bielorussia. L’aggiornamento in questione ha validità a partire da domani, giovedì.

RG 18.30 del 22.07.2020 Il servizio di Maria Jannuzzi
22.07.2020 ore 12:27
In Svizzera 141 contagi e 2 decessi in più

Gli ultimi dati pubblicati dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) fanno stato di 141 ulteriori contagi computati in Svizzera rispetto a ieri. Sale così a 33’883 il numero complessivo delle infezioni finora accertate. Due i decessi in più, che portano così a 1’693 il bilancio delle vittime della patologia in Svizzera dall’inizio della crisi.

22.07.2020 ore 11:24
L'evoluzione dei contagi in Ticino

I nuovi casi annunciati dallo Stato maggiore cantonale di condotta e dall’ufficio del medico cantonale dall’inizio della pandemia

22.07.2020 ore 11:18
L'impatto della crisi su SR Technics

In prospettiva, la soppressione di 500 impieghi

Drastici tagli a SR Technics

Il gruppo zurighese attivo nel settore della manutenzione degli aerei in difficoltà per il calo della domanda dovuta al coronavirus

22.07.2020 ore 11:14
Novartis, possibilità di telelavoro permanente

Novartis offre ai dipendenti che lo desiderano la possibilità di un telelavoro permanente, anche dopo il confinamento legato alla pandemia. È quanto segnalano oggi le testate del gruppo Tamedia, secondo le quali il nuovo approccio avrà conseguenze importanti sul parco immobiliare dell’impresa nel mondo e in particolare nel sito di Basilea. “Facciamo l’offerta a tutti di scegliere come, dove e quando lavorare per ottenere i migliori risultati”, ha affermato ieri il direttore generale Vas Narasimhan in margine alla presentazione dei risultati semestrali dell’azienda, che dà complessivamente lavoro a circa 110’000 persone, Gli impiegati devono ora informare i loro superiori se intendono tornare in ufficio in futuro. Sulla base dei dati raccolti verranno quindi determinate le superfici che potrebbero liberarsi. Questa procedura vale per tutti gli uffici di Novartis nel mondo. In alcuni paesi il personale è peraltro ancora confinato a casa per via della pandemia.

RG 18.30 del 22.07.2020 Il servizio di Johnny Canonica
22.07.2020 ore 10:49
Voli per la Cina, test obbligatori per gli imbarchi

I passeggeri dei voli diretti in Cina dovranno produrre i risultati negativi dei test sul coronavirus prima dell’imbarco. La disposizione è stata resa nota oggi dall’autorità della Repubblica popolare per l’aviazione civile. I test, si precisa, dovranno essere completati entro 5 giorni dalla partenza, nelle strutture designate o riconosciute dalle ambasciate cinesi negli Stati esteri. Alle rappresentanze diplomatiche spetterà di valutare attentamente le capacità di test e le procedure di viaggio.

22.07.2020 ore 10:35
Pandemia e crisi, cifre al ribasso per ABB

Netto calo del giro d’affari e degli ordinativi

La pandemia pesa su ABB

Secondo trimestre difficile per l'azienda ma l'utile netto è di molto superiore rispetto a quel del medesimo periodo del 2019

22.07.2020 ore 10:23
Quasi 6'000 nuovi contagi in Russia

Sono 5’862 i nuovi contagi da coronavirus rilevati in Russia. Nel territorio della Federazione, durante le ultime 24 ore, si sono quindi verificati altri 165 decessi provocati dalla patologia: un dato che porta a 12’745 il numero dei morti dall’inizio della crisi sanitaria. Con più di 789’000 casi d’infezione finora accertati, la Russia è il quarto paese al mondo più colpito dai contagi.

22.07.2020 ore 09:44
Ticino: due contagi

In Ticino sono stati registrati due nuovi contagi nelle ultime 24 ore, per un totale di 3’415. Non si segnalano decessi, mentre è invariata la situazione negli ospedali, dove sono ricoverati cinque pazienti, uno dei quali intubato in terapia intensiva.

22.07.2020 ore 09:31
Due nuovi contagi nei Grigioni

Sono saliti a 857 - con due nuovi casi segnalati nell’ultimo aggiornamento - i contagi da coronavirus nei Grigioni. Il bilancio dei morti è fermo a 50 da oltre un mese. I casi attivi in isolamento sono scesi da 10 a 9, mentre sono 132 le persone in quarantena. I pazienti in ospedale sono due, uno in più della vigilia, nessuno però in terapia intensiva.

22.07.2020 ore 09:29
La pandemia riprende vigore in Australia

L’Australia, quasi quattro mesi dopo il picco della pandemia nel Paese, ha registrato nelle ultime 24 ore un record di 501 nuovi contagi da coronavirus. Secondo il conteggio della Johns Hopkins University, il Paese conta ad oggi 12’894 casi d’infezione. Il bilancio delle vittime è attualmente di 128 decessi.

22.07.2020 ore 08:24
Brasile sempre sotto i colpi della pandemia

In Brasile, nelle ultime 24 ore, sono stati registrati ulteriori 1’367 decessi e 41’008 contagi. Il numero complessivo dei casi confermati di coronavirus è così salito a 2’159’654. Il bilancio delle vittime nel Paese, il più colpito dalla pandemia in America latina, ha invece superato la soglia degli 81’000 decessi.

22.07.2020 ore 08:14
Più di 7'000 morti in Colombia

Più di 7’000 persone hanno perso la vita in Colombia sull’onda della pandemia. ll bilancio delle vittime, dopo 239 ulteriori decessi, è infatti salito a 7’199 morti dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Ancora in crescita anche i contagi: i nuovi casi sono stati ieri 7.033, per un totale di 211’038.

22.07.2020 ore 07:44
Crisi, netta caduta del fatturato per Valora

La crisi indotta dal coronavirus ha prodotto riflessi molto pesanti per Valora. L’impresa attiva nei chioschi e nel commercio di prossimità ha infatti subito una netta caduta del fatturato nel primo semestre dell’anno. Il volume complessivo delle vendite, che si è attestato a 815,6 milioni di franchi, risulta infatti in caduta del 19%. All’utile netto di 27,4 milioni ottenuto nel 2019, ha fatto quindi seguito una perdita di quasi 16 milioni nei primi sei mesi dell’anno corrente.

22.07.2020 ore 07:36
Salgono i contagi in Argentina

Nuovo primato di casi in Argentina nelle ultime 24 ore: 5’344 per un totale di 136’118. In crescita anche i decessi, 117 (2’490). Lo ha comunicato il Ministero della sanità. Oltre il 90% dei casi si registrano nell’area metropolitana di Buenos Aires.

22.07.2020 ore 07:28
Contagi di rientro; Zurigo passa all'azione

Viaggi e soggiorni in Paesi qualificati a rischio: troppo poche le autodenunce da parte di coloro che rientrano. Il canton Zurigo promuove una campagna informativa

RG 07.00 del 22.07.20 - Il servizio di Alessia Fontana
22.07.2020 ore 07:27
La difficile situazione in Sudafrica

Il Sudafrica preoccupa l'OMS

Nel paese oltre 370'000 contagi. Il rischio è che la pandemia invada anche gli Stati vicini. I sistemi ospedalieri già vicini al collasso

22.07.2020 ore 07:20
Più di 40'000 morti in Messico

Il bilancio delle vittime del coronavirus in Messico ha superato i 40’000 morti. È quanto ha ufficializzato l’autorità sanitaria locale, dopo le comunicazioni su altri 915 decessi registrati nelle ultime 24 ore. In aumento il numero complessivo delle infezioni finora accertate, che sale a 356’255 dopo un incremento di quasi 7’000 nuovi contagi.

22.07.2020 ore 07:07
La svolta di Donald Trump

Donald Trump, durante un incontro con la stampa, ha invitato gli americani a indossare la mascherina e ha affermato che la situazione “peggiorerà, prima di migliorare”. “In queste settimane”, ha sottolineato il presidente, “abbiamo osservato un aumento inquietante dei casi in numerosi Stati, la situazione rimane difficile in Florida”. Nelle ultime 24 ore sono oltre 60’000 i nuovi contagiati e 961 le persone morte.