Lo scenario che si è presentato dopo la valanga
Lo scenario che si è presentato dopo la valanga (ansafoto)

Rigopiano, "un vero dramma"

I soccorritori all'opera tra le macerie dell'albergo di Farindola, la Procura di Pescara apre un'inchiesta per omicidio colposo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I soccorritori che sono giunti all’hotel Rigopiano di Farindola, nella provincia di Pescara, hanno descritto la situazione come “estremamente drammatica. L’albergo è stato praticamente spazzato via dalla valanga (mercoledì) che ha trascinato con sè una enorme colata di detriti formatasi, verosimilmente, a causa delle scosse telleuriche degli ultimi giorni. Solo una piccola parte dell'edificio è ancora in piedi”. Nel primo pomeriggio i soccorritori hanno estratto dalle macerie altri due corpi e individuato un'altra persona.

Grandi difficoltà ad accedere alla zona dell'albergo colpito dalla valanga
Grandi difficoltà ad accedere alla zona dell'albergo colpito dalla valanga (ansafoto)
 

“Ci sono tonnellate di neve, alberi sradicati e detriti che hanno sommerso l'area dove si trovava l'albergo. Ci sono materassi trascinati a centinaia di metri da quella che era la struttura", ha riferito Luca Cari, responsabile della comunicazione in emergenza dei vigili del fuoco. Frattanto, dopo che le colonne di soccorso, non senza difficoltà, sono arrivate a Farindola, vengono impiegate anche unità cinofile che però hanno difficoltà nell’individuare le persone intrappolate tra i calcinacci a causa della spessa coltre nevosa.

La struttura dopo e prima del tragico evento valangario
La struttura dopo e prima del tragico evento valangario (ansafoto)

La magistratura italiana ha dal canto suo aperto un’indagine sulla vicenda della valanga che ha travolto l'hotel Rigopiano di Farindola. L'ipotesi al vaglio del pm di turno della Procura pescarese, Andrea Papalia, per il momento è di omicidio colposo.

ANSA/Swing

Condividi