Altra notte segnata da una strage con le armi negli Stati Uniti
Altra notte segnata da una strage con le armi negli Stati Uniti (Archivio Keystone)

Spari tra la folla a Philadelphia

Diversi tiratori hanno aperto il fuoco tra i presenti nella zona di South Street - Almeno tre morti e undici feriti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tre persone sono state uccise e altre undici ferite in una sparatoria avvenuta in una strada affollata di Philadelphia, dove si trovano alcuni popolari ritrovi della più grande città della Pennsylvania, sabato sera, quando in Svizzera erano da circa le 4 del mattino.

Gli agenti intervenuti sul posto "hanno osservato diversi tiratori attivi che hanno aperto il fuoco sulla folla" nella zona di South Street ha dichiarato ai giornalisti il detective D.F. Pace della polizia cittadina, aggiungendo che "si può immaginare che ci fossero centinaia di persone a South Street, come ogni fine settimana, quando è avvenuta la sparatoria".

I poliziotti hanno aperto il fuoco contro uno dei tiratori, ma non si sa se sia stato colpito. I media locali hanno riferito che non sono stati effettuati arresti. Per il momento non sono state fornite informazioni sul possibile movente dell'attacco.

 

Due pistole sono state recuperate sulla scena e la polizia dovrà aspettare fino a domattina per esaminare i filmati delle telecamere di sorveglianza delle attività commerciali vicine che al momento dei fatti erano già chiuse.

Le 14 persone colpite sono state portate in ospedale ma tre di loro, una donna e due uomini, sono morti dopo il ricovero a causa delle ferite multiple.

Allo stesso tempo, la polizia di Philadelphia sta indagando su un'altra sparatoria avvenuta vicino al luogo della tragedia: gli agenti hanno trovato 13 bossoli a pochi isolati di distanza, ma al momento non è chiaro se i due fatti siano collegati.

La Casa Bianca illuminata d'arancione per l'ottavo Giorno nazionale della consapevolezza contro la violenza da armi da fuoco
La Casa Bianca illuminata d'arancione per l'ottavo Giorno nazionale della consapevolezza contro la violenza da armi da fuoco

Dalla sparatoria nella scuola di Uvalde, in Texas, il 24 maggio, che ha causato 21 morti, ci sono state più di due dozzine di sparatorie con più vittime negli Stati Uniti, secondo il Gun Violence Archive.

Diem/ATS
Condividi