La Thule Air Base, in Groenlandia, rappresenta l'installazione militare USA più a nord (reuters)

Trump vuole la Groenlandia

Offerta statunitense, con lo scioglimento dei ghiacci disponibili materie prime e rotte artiche. La replica: "Non siamo in vendita"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Donald Trump accarezza l'idea di comprare la Groenlandia. Lo riporta il Wall Street Journal, secondo cui il presidente statunitense si è informato "ripetutamente" sulla possibilità che gli USA acquistino il territorio autonomo danese. Trump avrebbe chiesto anche all'avvocato della Casa Bianca di esplorare l'idea. L'interesse sarebbe legato alle risorse naturali e all'importanza geopolitica dell'isola.

 

Alcuni consiglieri del presidente sarebbero favorevoli e sottolineano i vantaggi economici dell'operazione, che - ritengono - lascerebbe un'eredità simile a quella dell'acquisto americano dell'Alaska dalla Russia nel 1867. Trump non è il primo presidente che guarda con interesse alla Groenlandia: già nel 1946 Harry Truman propose alla Danimarca di comprare l'isola per 100 milioni di dollari, ma la sua offerta venne rifiutata.

Il Governo danese, facendo seguito alle indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal, ha sottolineato che la Groenlandia non è in vendita, attraverso una dichiarazione ufficiale, riportata dai media americani. "Siamo comunque aperti al business", aggiunge l'esecutivo di Copenaghen con un tweet del ministero degli esteri, in quella che alcuni leggono come un'apertura verso eventuali investimenti dagli Stati Uniti in Groenlandia, soprattutto sul fronte del turismo.

Gli USA sono presenti sull'isola con stazioni meteo e postazioni militari fin dalla seconda guerra mondiale. Attualmente la Thule Air Base rappresenta l'installazione militare americana più a nord, non lontano dal Circolo Polare Artico.

ATS/M. Ang.

Groenlandia, "not for sale"

Groenlandia, "not for sale"

TG 20 di venerdì 16.08.2019

Condividi