Un mare di regole

TG 20 di lunedì 05.07.2021

Vacanze: come arrivare a destinazione

Una guida per districarsi nelle regole imposte dalla pandemia per raggiungere le mete più amate dagli svizzeri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Viaggiare in tempi di pandemia è tutto fuorché scontato, spesso bisogna seguire regole ben precise. E allora, per districarci, ecco una piccola guida per raggiungere le mete di vacanza più ambite in Svizzera.

Partiamo dall’Italia. Se intendiamo starci per più di due giorni, bisogna compilare il Digital Passenger Locator Form, segnalare l'arrivo alle autorità sanitarie e presentare un tampone negativo. Per chi è completamente vaccinato, è invece necessaria la prova di aver ricevuto la seconda dose almeno 14 giorni prima.

In Francia la è situazione simile. Anche qui bisogna compilare un'autocertificazione. Le persone non vaccinate devono munirsi di un test negativo non più vecchio di 72 ore, di 48 ore invece in Corsica, mentre i vaccinati di un documento.

Ogni paese ha le sue regole
Ogni paese ha le sue regole (Keystone)

La Spagna, invece, per chi arriva dalla Svizzera, richiede solo di compilare un modulo online e di salvare quindi un codice QR sul proprio cellulare da mostrare in aeroporto o eventualmente in dogana. Nessun test dunque, né certificati.

Per andare in Portogallo, invece, occorre un test negativo anche per i vaccinati, ma solo se ci si arriva in aereo. I bambini sotto i 12 anni non devono sottostare a questa regola. Tuttavia, Azzorre e Madeira hanno regole specifiche.

Per tuffarsi invece nel mare della Grecia serve un tampone negativo, oppure vaccinazione completa, e un formulario dettagliato da compilare almeno 24 ore prima l'arrivo.

Per chi invece osa tentare la traversata transoceanica, tra le destinazioni più ambite dagli elvetici l'unico paese con le porte aperte è il Messico, che non richiede nessun tipo di documento Covid.

TG/PSo
Condividi