Difendersi imparando a sparare

Raziel Cohen, ex militare, ha creato negli Stati Uniti il gruppo di difesa "Tactical Rabbi". Obiettivo: proteggere la comunità ebraica

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le sparatorie mortali che hanno coinvolto civili, negli Stati Uniti, da inizio 2019 sono state oltre 255. Le cause, principalmente: odio razziale o religioso. Le ultime sparatorie, in ordine di tempo, Filadelfia, Dayton ed El Paso. Tra le comunità prese di mira, quella ebraica americana è in prima fila. Ricordiamo solo gli ultimi attacchi: Poway e Pittsburgh.

Armi, una nuova sensibilità

Armi, una nuova sensibilità

TG 20 di domenica 08.09.2019

 

Stanchi di vedere la loro comunità vivere nella paura durante le preghiere dello Shabbat, un gruppo di ex militari americani ebrei ortodossi ha deciso di insegnare l'autodifesa in diverse sinagoghe negli Stati Uniti. Il loro capo è un giovane rabbino ed ex militare Raziel Cohen che ha creato il gruppo di difesa chiamato “Tactical Rabbi”. Il loro compito è quello di mettere in sicurezza l'area esterna della sinagoga e quindi prevenire l'ingresso del malintenzionato, ma anche insegnare: mosse di lotta libera, a sparare, a riconoscere i segnali di pericolo o persone sospette. Li abbiamo incontrati a Los Angeles per strada e per ragioni di sicurezza, non hanno voluto fare l'intervista nel loro quartier generale e tanto meno mostrarci il luogo dove addestrano le persone, in questo caso nell’area della California del sud. Le immagini dell'addestramento ci sono state fornite.

Daniele Compatangelo

Condividi