“Affitti bassi, ma regolari”

Il Consiglio federale risponde sugli appartamenti dati in affitto a Berna a Leuthard, Thurnherr e Cadinas

Sono pigioni al di sotto del prezzo di mercato, ma regolari e non concesse in base all’appartenza politica. È questa in sintesi la risposta data dal Consiglio federale a un’interpellanza del democentrista bernese Erich Hess che chiedeva spiegazioni sull'ammontare delle pigioni per degli appartamenti nella casa Von Wattenwyl a Berna e sul fatto che i beneficiari siano tutti esponenti del PPD.

Gli appartamenti – sostiene l’esecutivo – vengono affittati esclusivamente a “"magistrati, indipendentemente dall'appartenenza politica". Gli spazi abitati dalla consigliera federale Doris Leuthard, ad esempio, erano in precedenza locati all'allora consigliere federale Pascal Couchepin.

 

Il Governo ha anche riconosciuto che casa Von Wattenwyl “non è messa a disposizione a vere e proprie condizioni usuali di mercato e conformi all'uso locale”, ma questo perché le condizioni e le esigenze in materia di sicurezza poste in occasione della donazione - la Confederazione ne è entrata in possesso nel 1934 - limitano fortemente le possibilità di utilizzo della proprietà e quindi anche la cerchia dei possibili locatari.

I primi due piani dell’edificio vengono inoltre utilizzati dal Consiglio federale per ricevere ospiti e per incontri politici, è quindi escluso l’utilizzo dell’edificio da parte di terzi.

I costi

In merito all'ammontare delle pigioni, il Governo indica che al secondo piano della Casa Beatrice von Wattenwyl c'è un appartamento di 5 locali di 250 m2 affittato a 2’450 franchi (spese accessorie incluse) e una stanza indipendente di 16 m2 (senza cucina e con bagno nel corridoio) per 200 franchi (spese incluse). Al terzo piano c'è un appartamento di 3,5 locali di 120 m2 dal costo di 2’000 franchi (spese incluse). Tutti sono accessibili solo tramite una scala a chiocciola.

ATS/dielle
Condividi