Si tratta del primo processo per
Si tratta del primo processo per "sexting" in Svizzera (keystone)

Condannato per "sexting"

Un 22.enne, nel canton Zurigo, ha costretto ragazzine ad inviargli foto e filmati sessuali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un 22enne è il primo condannato in Svizzera per "sexting", ovvero la pratica di inviare immagini erotiche, pornografiche o messaggi sessuali espliciti con il telefonino. Mercoledì il giovane si è visto infliggere una pena di 4 anni e mezzo di carcere dal Tribunale distrettuale di Horgen, nel canton Zurigo.

I reati riconosciuti all’imputato, che avrebbe ricattato alcune ragazze facendosi inviare centinaia di fotografie e filmati dove erano ritratte senza vestiti, sono quelli di violenza carnale, coazione sessuale, atti sessuali con fanciulli, tentata coazione e pornografia. Tra le vittime una 15enne che "chattava" con lui e che gli ha fatto avere centinaia di video intimi. La ragazzina è anche stata costretta a atti via telefono, in un crescendo di pressioni.

I giudici hanno fatto loro la richiesta di pena della difesa del ragazzo, arrestato nel maggio 2013, mentre l'accusa chiedeva sei anni di carcere.

Red. MM/ATS

Condividi