Giovanni Conti quando era stato presentato nel 2011 (keystone)

Divergenze con Maurer, se ne va

Il direttore dell'Ufficio federale dell'informatica e della telecomunicazione, Giovanni Conti, lascia l'incarico perché in disaccordo con il consigliere federale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il direttore dell'Ufficio federale dell'informatica e della telecomunicazione, Giovanni Conti, lascia la sua carica a causa di divergenze di vedute con il consigliere federale Ueli Maurer. Romando a dispetto del nome, nominato nell'aprile del 2011 dopo avere a lungo lavorato per la Swisscom, il 56enne "ha diretto l'ufficio federale con competenza" e "durante gli otto anni in carica ha contribuito in modo determinante agli sviluppi tecnologici in favore dei beneficiari di prestazioni dell'UFIT e a miglioramenti in termini di efficienza", scrive il Consiglio federale in un comunicato.

Ora però, viste le opinioni diverse sul futuro dell'UFIT fra il suo capo e il superiore politico, "si impongono nuovi obiettivi riguardanti la struttura e i processi", prosegue la nota. Il contratto è stato sciolto e Conti rimarrà in carica fino a metà giugno. Il posto sarà attribuito a un successore attraverso l'ordinaria procedura di selezione.

Un colosso criticato in seno all'amministrazione

L'ufficio federale è uno dei cinque maggiori prestatari di servizi informatici del paese, con un volume di 450 milioni di franchi annui. Ha quasi 1'200 collaboratori. Negli ultimi anni non è stato però risparmiato dalle critiche: secondo un audit del Controllo federale delle finanze, il frequente trasferimento di capi progetto e le loro insufficienti conoscenze tecniche sono mal percepiti dai clienti. In marzo il Governo aveva fatto sapere che non tutti gli obiettivi della strategia quadriennale potranno probabilmente essere raggiunti entro la fine del 2019. A inizio aprile la delegazione delle finanze del Parlamento aveva deplorato i pareri divergenti in seno all'Esecutivo, visto che i dipartimenti non sono tutti convinti del principio di un'architettura globale perseguito da Maurer. Senza dimenticare che, dopo il fallimento del progetto INSIEME all'Amministrazione delle contribuzioni, anche il suo successore FISCAL-IT non ha ancora dato i risultati sperati.

ATS/pon
Condividi