La conferenza stampa di martedì mattina per illustrare la decisione
La conferenza stampa di martedì mattina per illustrare la decisione (keystone)

Energia e politica, quasi tutti con Sommaruga

La linea di credito da 4 miliardi di franchi concessa ad Axpo dal Consiglio federale raccoglie il favore dei partiti, pur con puntualizzazioni – Critica l’UDC

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La linea di credito di quattro miliardi di franchi accordata dal Consiglio federale al gruppo energetico Axpo per far fronte all'innalzamento dei prezzi dell'elettricità è giusta e necessaria. Ne sono convinti PS, PLR e Centro, che approvano la decisione presa ieri e comunicata oggi dal governo. Voci critiche si levano invece dal campo dell'UDC.

Berna sostiene Axpo per 4 miliardi

Berna sostiene Axpo per 4 miliardi

TG 12:30 di martedì 06.09.2022

 

Il consigliere nazionale socialista vodese Roger Nordmann ha applaudito la consigliera federale Simonetta Sommaruga, sua compagna di partito, per aver giocato d'anticipo preparando un progetto di legge. Il capogruppo socialista alle Camere ha poi criticato il mercato dell'elettricità, bollandolo come "completamente disfunzionale" e chiedendo una riforma nel profondo del sistema.

Critiche ecologiste sul mercato e sulle “modalità d’emergenza”

Una critica, quella sulla disfunzionalità del mercato energetico, condivisa pure dai Verdi. Gli ecologisti attaccano anche gli avversari, accusando gli schieramenti borghesi di essere i responsabili dell'attuale legislazione d'emergenza, avendo impedito che il disegno venisse trattato da entrambe le Camere nella sessione estiva, si legge in una presa di posizione.

Pure i Verdi liberali avrebbero preferito che i parlamentari deliberassero sul meccanismo di salvataggio prima della sua entrata in vigore. Malgrado ciò, il fatto che il governo abbia agito in tempi rapidi è da apprezzare, hanno indicato a Keystone-ATS.

BKW non chiederà aiuto a Berna

BKW non chiederà aiuto a Berna

TG 20 di martedì 06.09.2022

 
PLR e Centro: decisione necessaria, anche se…

Dal canto suo, il PLR, che sul proprio profilo Twitter riporta le parole del suo presidente Thierry Burkart, ritiene tragico che un'azienda elettrica di proprietà dei cantoni abbia bisogno di un aiuto sotto forma di liquidità da parte della Confederazione. La decisione viene tuttavia considerata "giusta", pur se Axpo viene esortata a rispettare le direttive per approfittare del piano, fra cui il mancato versamento dei dividendi.

 

Anche il Centro insiste sull'importanza di applicare regole chiare in merito a questa vicenda. Il paracadute dei soccorsi è purtroppo necessario per Axpo, così da evitare una situazione di penuria, scrive il partito sempre su Twitter.

 

L’UDC si scaglia contro Sommaruga

A rammaricarsi della decisione odierna è invece l'UDC, secondo cui il credito concesso ad Axpo indica che Sommaruga non ha fatto il suo lavoro. La ministra, che ha la responsabilità di garantire un approvvigionamento elettrico indipendente e a costi contenuti, ha impostato il mercato in modo da rendere necessario tale salvataggio, riferisce in una nota il partito.

Axpo: la reazione dei partiti

Axpo: la reazione dei partiti

TG 20 di martedì 06.09.2022

 
ATS/dielle
Condividi