Il Nazionale vuole garantire un numero minimo di Guardie
Il Nazionale vuole garantire un numero minimo di Guardie (keystone)

Guardie, no a effettivi smilzi

Il Nazionale approva il mantenimento di un numero minimo di "doganieri"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La disposizione che prevede, per le guardie di confine, un effettivo almeno pari a quello del 31 dicembre 2003 non va abrogata come auspicato da Governo e Consiglio degli Stati. Discutendo la revisione della legge sulle dogane, il Nazionale non ha voluto sopprimere questa esigenza minima. Il dossier torna alla Camera dei cantoni.

Secondo la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf, la soppressione di questa norma, contenuta nel decreto federale che approva e traspone nel diritto svizzero gli accordi di Schengen e Dublino, non vuol dire rinunciare a una protezione efficace delle frontiere o a un livello di sicurezza elevato. D'altronde, dal 2004 gli effettivi sono aumentati di circa un centinaio di persone e un ulteriore incremento è già previsto.

Per la maggioranza si tratta invece di dare un segnale visto che già oggi l'effettivo delle guardie di confine è considerato insufficiente. "Questa disposizione è stata approvata dal popolo e pertanto non va stralciata", ha sostenuto Marco romano (PPD/TI) a nome della commissione. "Oggi, ha ricordato, tale esigenza è rispettata, ma non è sicuro che lo sarà anche in futuro".

Red.MM/ATS/Swing

Condividi