La stagione negli alveari è partita molto male
La stagione negli alveari è partita molto male (@Ti-Press/Samuel Golay)

Ingenti perdite di api

Il 20% delle colonie elvetiche non è arrivato a primavera e il 10% era troppo debole per essere produttivo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli apicoltori svizzeri hanno iniziato la stagione 2017 in condizioni proibitive avendo perso migliaia e migliaia di colonie. Durante lo scorso inverno più del 20% dei popoli è morto. Inoltre un altro 10% è arrivato all’inizio della primavera troppo debole per garantire l’impollinazione e, quindi, la produzione di miele.

La causa principale della moria è sempre la varroa, l’acaro nemico numero uno arnie. Ma anche certi insetticidi giocano un ruolo importante nella vitalità e fertilità delle regine.

La situazione emerge dai dati riuniti da Apisuisse coinvolgendo migliaia di produttori in Svizzera e Liechtenstein. I numeri variano da cantone a cantone, rileva un comunicato diffuso giovedì nel quale si sottolinea che le perdite registrate lo scorso inverno “rappresentano uno dei peggiori risultati registrati dall’inizio delle osservazioni statistiche”.

Diem

Dal TG 12.30:

La moria delle api

La moria delle api

TG 12:30 di giovedì 29.06.2017

L'iniziativa di una start-up zurighese per far fronte alla scomparsa delle api

Condividi