Disagi al traffico ferroviario
Disagi al traffico ferroviario (SRF)

La Svizzera innevata

Forti nevicate sull'arco alpino: in molte località si segnala oltre mezzo metro di neve fresca, con disagi e un elevato pericolo di slavine

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Forti nevicate hanno interessato la scorsa notte l'arco alpino: in molte località si segnala oltre mezzo metro di neve fresca, con conseguenti disagi al traffico ferroviario e a quello stradale e un elevato pericolo di valanghe. Ad Arosa sono stati misurati 65 centimetri di neve nuova, negli ultimi 40 anni solo tre volte è stato raggiunto un simile quantitativo in una notte.

 

 

Nel canton di Uri a causa delle intense nevicate una valanga ha invaso la strada cantonale che collega Seedorf a Isleten, sulla riva occidentale del lago dei Quattro cantoni: nessuno è rimasto ferito e non si segnalano danni ma il collegamento è chiuso al traffico. L'autostrada non è stata interessata dalla valanga dato che quel tratto è protetto da una galleria.

 

Pericolo valanghe, strade chiuse

Sempre nel canton Uri già mercoledì sera è stata decisa la chiusura fino a nuovo avviso, per pericolo valanghe, delle strade tra Hospental e Realp, tra Wassen e Meien come pure tra Linthal e Urnerboden. La strada del Passo del San Gottardo non è percorribile tra Gurtnellen e Wassen.

Per l'elevato rischio di improvvise colate di neve, la Matterhorn Gotthard Bahn ha sospeso stamattina (giovedì) il servizio di trasporto auto dell'Oberalp tra Andermatt e Sedrun. I convogli della compagnia ferroviaria non circolano neppure tra Niederwald (VS) e Hospental (UR). Al momento non è previsto nessun trasporto sostitutivo.

Treni fermi in numerose località

Le precipitazioni provocano disagi anche ad altri collegamenti ferroviari: la linea tra Andermatt e Tschamut-Selva (GR) è interrotta da stamane a causa del pericolo di valanghe, mentre per il forte vento i treni tra Weissbad (AI) e Wasserauen (AI) sono stati sospesi dalle FFS.

Il traffico ferroviario tra Brienz (BE) e Interlaken-Ost (BE) è pure interrotto, a causa di una valanga che ha invaso i binari: i viaggiatori devono aspettarsi ritardi e cancellazioni. Disagi anche nei Grigioni, dove diversi collegamenti sono inagibili sia su rotaia che su strada.

Nel corso della mattinata ha ripreso a nevicare: difficile valutare quando il problema alla circolazione dei treni nell'Oberland bernese sarà risolto, precisano le FFS in una nota.

Disagi anche a Zurigo-Kloten

Nei Grigioni le Ferrovie retiche (RhB) segnalano ritardi e cancellazioni su diverse linee: numerose tratte sono state chiuse per ragioni di sicurezza. Le forti nevicate hanno provocato disagi anche sulle strade: non è quindi possibile organizzare servizi di trasporto sostitutivi. Particolarmente colpiti i collegamenti Coira-Arosa, Davos Platz-Filisur come pure Sumvitg-Cumpadials e Disentis/Mustér in Surselva.

Problemi anche all'aeroporto di Zurigo, dove sono stati registrati ritardi fino a 30 minuti. Fino a mezzogiorno, tutte e tre le piste dello scalo hanno dovuto essere sgomberate due volte dalla neve.

Bloccata anche la distribuzione postale

Le nevicate in alcune regioni hanno costretto a capitolare anche la Posta che ha dovuto annunciare ritardi o la soppressione della distribuzione di lettere e pacchi soprattutto nei Grigiioni e in altre aree della Svizzera orientale, ma pure nella Valle di Goms, nell'Alto Vallese. La maggior parte delle consegne è stata sospesa o annullata nella mattinata di venerdì anche nella regione di distribuzione di Winterthur dove l'ex regia federale conta di ritrovare il normale ritmo di attività da sabato.

Allerta grado quattro

In tarda mattinata MeteoSvizzera ha innalzato il grado di pericolo per neve da tre (marcato) a quattro (forte) su 5, per diverse regioni della Svizzera centro-orientale, precisando che potrebbero ancora cadere fino a 40 centimetri di neve fresca in pianura. In giornata le precipitazioni dovrebbero estendersi a nord delle Alpi anche in pianura: SRF Meteo precisa su Twitter che dopo una notte dalle temperature piuttosto miti sul paese si propagherà una corrente di aria gelida proveniente da nord-est, che provocherà un consistente abbassamento del limite delle nevicate.

Forte pericolo di valanghe

Forte pericolo di valanghe

TG di giovedì 14.01.2021

 
ats/joe.p.
Condividi