Così vicini, così lontani (keystone)

Meno sostegno ai bilaterali

Cresce lo scetticismo degli svizzeri agli accordi tra Confederazione e UE, rileva gfs.bern

lunedì 13/11/17 23:25 - ultimo aggiornamento: lunedì 13/11/17 23:41

Un sondaggio realizzato dall’istituto gsf.bern, su incarico del Credit Suisse, ha rilevato che il consenso per gli accordi bilaterali fra Svizzera ed Unione europea (UE) è in calo.

Secondo i dati raccolti e resi noti lunedì, il 60% delle persone interpellate, un migliaio in totale, approva la via bilaterale. Il tasso lo scorso anno era dell’81%.

Analizzando le risposte emerge che il 28% si dice favorevole ad una disdetta delle intese, contro il 19% dell'anno scorso. In aumento, per contro, la quota di coloro che sono a favore dell'adesione all'UE: si è giunti al 21% contro il 10% dell'anno scorso. Non solo, una stretta maggioranza acconsentirebbe all'entrata nello Spazio economico europeo.

ATS/bin

Seguici con