Distribuzione di cibo ai meno abbienti ( ©tipress)

Mezzo milione di poveri

Il tasso in Svizzera è salito dal 6,6% al 7% tra il 2014 e il 2015, ma le categorie a rischio non cambiano

lunedì 15/05/17 12:46 - ultimo aggiornamento: lunedì 15/05/17 14:03

Il 7% dei residenti, ovvero 570'000 individui, era confrontato col fenomeno della povertà nel 2015. Un tasso leggermente superiore a quello dell'anno precedente (6,6%), stando ai risultati dell'inchiesta dell'Ufficio federale di statistica pubblicati lunedì.

Più toccati erano, come in passato, le donne sole con figli piccoli (12,5% del totale) e le persone senza titoli di studio oltre a quelli della scuola dell'obbligo (11%); tra i più vulnerabili c'erano però anche gli stranieri originari di paesi non europei (12%) e gli ultrasessantacinquenni (13,9%), specialmente se non inseriti in un contesto familiare; gli attivi non erano risparmiati: 145'000 di loro hanno avuto problemi per raggiungere la fine del mese.     

Il rischio d'indigenza era del 15,6% nella Confederazione e del 17,3% nell'Unione Europea. 

ATS/dg

Dal TG12.30:

TG 12:30 di lunedì 15.05.2017  

Seguici con