(Keystone)

Niente certificato Covid sulle piste da sci

Lo ha annunciato l'associazione di categoria Funivie Svizzere - L'UFSP: "Annuncio affrettato; non è detta l'ultima parola"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il certificato Covid non sarà necessario per sciare nei comprensori svizzeri: l'associazione di categoria Funivie svizzere ha comunicato oggi, martedì, di aver concordato con la Confederazione e con i Cantoni di non introdurre, almeno per il momento, nuove disposizioni. Sugli impianti di risalita sarà tuttavia obbligatorio indossare la mascherina, mentre il Covid Pass sarà necessario all’interno dei ristoranti, ma non sulle terrazze.

La decisione è stata presa poiché si intende "iniziare la stagione con le stesse regole in vigore nei trasporti pubblici", si legge in un comunicato. Potrebbero comunque esserci dei cambiamenti in funzione dell'evoluzione del contesto sanitario.

Sugli impianti sciistici "non è detta l'ultima parola"

Durante la conferenza stampa odierna dell'Ufficio federale della sanità pubblica, il responsabile della Sezione della gestione delle crisi Patrick Mathys ha pure commentato l'annuncio che gli impianti sciistici non esigeranno il certificato covid. La situazione verrà continuamente rivalutata e in ultima analisi sarà il Consiglio federale a decidere, e non i rappresentanti degli impianti sciistici, ha chiosato Mathys.

Sci: si punta al vaccino dei dipendenti

Sci: si punta al vaccino dei dipendenti

Il Quotidiano di domenica 17.10.2021

 
ludoC
Condividi