"Più donne ai vertici"

E' l'indicazione data dal Nazionale nell'ambito del dibattito sulla revisione della società anonima

Le donne, secondo il Consiglio nazionale, che giovedì ha sostenuto con 95 pareri favorevoli contro 94 e tre astensioni, l'idea delle quote rosa nei piani alti delle società quotate in borsa, dovranno essere più equamente rappresentate nelle istanze superiori dei grandi gruppi.

La proposta approvata prevede che al gentil sesso sia riservato il 20% dei posti a livello di direzione e del 30% nei consigli d'amministrazione.

Il tema ha scatenato un'animata discussione, con da un lato rivendicazioni di quote più elevate, mentre dall'altro si sosteneva che le grandi società devono essere dirette dalle persone più qualificate e la politica non dovrebbe intervenire in questo ambito.

ATS/dg/sf

Condividi