La sanzione massima è confermata (keystone)

Pirati della strada, mano meno pesante

Gli Stati per l'abolizione della sanzione minima a chi commette gravi infrazioni stradali. Più severità per le violenze contro la polizia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La pena minima di un anno per i pirati della strada che commettono infrazioni gravi - introdotta nel 2012 con il progetto "Via Sicura" - sarà abolita: il giudice potrà in futuro infliggere anche solo una pena pecuniaria, mentre quella massima di quattro anni è confermata.

È quanto deciso oggi, mercoledì, dal Consiglio degli Stati. La maggioranza (33 voti contro 7) ha giudicato la misura sproporzionata, perché più severa di quella inflitta talvolta anche per abusi sessuali e perché lega le mani alla corte, costretta a infliggerla anche a chi, pur avendo un passato immacolato, in un'occasione ha compiuto un sorpasso azzardato. La minoranza voleva invece lo status quo, considerando come il provvedimento vada a colpire solo comportamenti "selvaggi" sulle strade, che possono sfociare in gravi incidenti.

Si auspica una detenzione minima di un anno per le violenze contro la polizia
Si auspica una detenzione minima di un anno per le violenze contro la polizia (keystone)

L'obiettivo della riforma è un'armonizzazione delle pene che rifletta i valori della Svizzera del 21esimo secolo. Il dossier, che non mira a rivedere completamente le sanzioni ma solo ad apportare adeguamenti puntuali, ritorna al Nazionale. Non sono previsti solo allentamenti, come quello che va a toccare gli automobilisti:  ad esempio, in caso di lesioni gravi - art. 122 CP - si auspica che la detenzione minima raddoppi da sei mesi a un anno. Sono state modificate anche le possibili condanne per alcuni reati contro la polizia (Violenza o minaccia contro le autorità, art. 285 CP). Tuttavia, su questo punto permangono divergenze tra i due rami del Parlamento, che devono ancora essere appianate.

Da notare che il progetto inizialmente comprendeva anche un capitolo consacrato agli articoli del codice penale che puniscono i delitti in materia sessuale. I due rami del parlamento si sono messi d'accordo per esaminare tali reati separatamente in un altro disegno.

 
ATS/pon
Condividi