La Confederazione deve però anche proteggere i giovani e i consumatori
La Confederazione deve però anche proteggere i giovani e i consumatori (keystone)

Verso la canapa di Stato

La Confederazione dovrebbe controllare la produzione e il commercio di canapa, depenalizzandolo: sì della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Lo Stato dovrebbe controllare la produzione e il commercio di canapa, depenalizzandolo, adoperandosi però anche a proteggere i giovani e i consumatori.

È l'obiettivo che si pone l'iniziativa parlamentare di Heinz Siegenthaler alla quale la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale (CSSS-N) ha dato il suo benestare per 13 voti a 11.

Camere, via libera alla canapa

Camere, via libera alla canapa

TG 20 di martedì 02.06.2020

La CSSS-N pensa che si debbano elaborare norme coerenti e adeguate alla realtà sociale volte a disciplinare e controllare globalmente la cannabis, al posto di vietarla, spiega una nota odierna dei servizi parlamentari.

Nei suoi lavori la commissione vuole però basarsi sui progetti pilota relativi all'uso non medico della cannabis avviati dal Consiglio federale. In un passo successivo, toccherà ancora all'omologa commissione degli Stati pronunciarsi sull'iniziativa.

In Svizzera , secondo l'autore dell'iniziativa, sono 300'000 le persone che consumano regolarmente la cannabis come sostanza psicoattiva.

ats/joe.p.
Condividi