Siria, la guerra civile continua
Siria, la guerra civile continua (KEYSTONE)

Uno svizzero fra i terroristi siriani

Il Ministero pubblico della Confederazione ha aperto una procedura penale nei confronti del 30enne per far luce sui suoi presunti legami con il jihad

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Ministero pubblico della Confederazione ha aperto un fascicolo nei confronti di un 30enne domiciliato in Svizzera: l’uomo è sospettato di far parte di un’organizzazione terroristica che lotta contro il regime siriano di Bashar el Assad.

La procedura penale, ha indicato la portavoce Jeannette Balmer (confermando un’informazione anticipata dalla stampa domenicale), servirà per far luce sul caso.

Stando a quanto scrive Le Matin Dimanche, il ragazzo (ora rientrato in patria) si sarebbe convertito all’Islam nel 2013 in una moschea vodese.

Secondo il Servizio delle attività informative di Berna, una quarantina di persone è partita dalla Svizzera in direzione di diverse zone di guerra, una quindicina con destinazione Damasco e altre città del paese.

ATS/AlesS


 

Condividi