Luci ed ombre sui tempi di operatività dei piloti
Luci ed ombre sui tempi di operatività dei piloti (tipress)

Agno, incognite sui tempi

I piloti dello scalo ticinese, per volare da Lugano a Ginevra devono fare nuovamente l'addestramento

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le trattative per riallacciare l'aeroporto di Lugano-Agno a Ginevra proseguono senza sosta. Skywork e Swiss sono le compagnie con le quali i responsabili dello scalo ticinese stanno discutendo per ripristinare più velocemente possibile la linea. Una decisione che si scontra con un fatto poco noto che riguarda tutti i piloti che voleranno su Lugano-Agno, i quali dovranno sottostare ad una formazione specifica anche se conoscono bene questa rotta per averla praticata con altri vettori.

Il direttore dell'aeroporto e già comandante, Maurizio Merlo, ha spiegato alla RSI che è necessario rifare, secondo quanto prevede la legge, un ulteriore addestramento per "esercitarsi" sulla linea Lugano-Ginevra. Tali test devono essere compiuti con il simulatore del Saab 2000 - in Europa ne esiste uno solo - che si trova solo a Copenaghen. Essendo unico, c'è una lunga fila di piloti per affrontare le 4 ore obbligatorie di test e per concludere la formazione che, in tutto, dura circa 4 giorni.

Proprio a proposito dei tempi, che potrebbero non coincidere con le trattative per rilanciare la linea, Merlo ha ricordato che l'UFAC potrebbe smussare gli angoli di questo addestramento. "Hanno l'autorità per farlo", ha riferito il comandante.

CSI/sdr

Condividi