Altro colpo per le Guardie di confine
Altro colpo per le Guardie di confine (tipress)

Altri due passatori in manette

Continua l'operazione che, mercoledì in Ticino, ha portato all'arresto di quattro membri della banda

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L’operazione Blu continua a produrre risultati. Dopo i quattro arresti resi noti giovedì scorso dalle Guardie di confine e dalla polizia cantonale ticinese, venerdì sono scattate le manette ai polsi di altri due uomini accusati di far parte della banda di passatori che avrebbero fatto entrare illegalmente in Svizzera alcune centinaia di clandestini, in fuga soprattutto dall’Eritrea.

Come confermato dal Ministero pubblico al Quotidiano, gli inquirenti hanno arrestato due cittadini stranieri, uno dei quali minorenne. L'inchiesta è coordinata dai procuratori pubblici Chiara Borelli e Nicola Respini.

Nell’operazione, culminata negli arresti di mercoledì sera, era finito in carcere un altro minorenne, un 17enne eritreo che soggiornava nel Luganese come richiedente l’asilo, insieme a tre adulti residenti in Italia. Con i nuovi fermi è dunque salito a sei il numero di persone accusate di usura e infrazione alla legge federale sugli stranieri.

Red. MM/Il Quotidiano

Condividi