All'interno dei laboratori dello IOR a Bellinzona
All'interno dei laboratori dello IOR a Bellinzona (© Ti-Press/Pablo Gianinazzi)

Altro istituto universitario

Il Governo chiede l'affiliazione all'USI dello IOR in vista della facoltà di scienze biomediche

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Istituto oncologico di ricerca (IOR) basato a Bellinzona si appresta ad entrare a far parte dell'Università della Svizzera italiana. Il Consiglio di Stato ha licenziato il messaggio che ne propone l'affiliazione già preavvisata positivamente dal Consiglio dell'USI.

"L'affiliazione dello IOR è un tassello significativo della costruzione della nuova facoltà di scienze biomediche" sottolinea una nota del Governo ricordando che già nel 2014 Istituto di ricerca in biomedicina di Bellinzona e lo IOR (ha la sua sede presso i laboratori del primo) "venivano descritti come le "eccellenze ticinesi" che avevano ispirato il progetto di tale facoltà e del collegato master di formazione in medicina umana".

Il passo dovrà permettere di ottenere più facilmente fondi di ricerca, ma pure di condurre in maniera indipendente le tesi dottorali (attualmente gli studenti sono immatricolati presso altri atenei).

Diem

Dal Quotidiano:

Verso la nuova facoltà

Verso la nuova facoltà

Il Quotidiano di venerdì 05.02.2016

Condividi