La banca ticinese
La banca ticinese (keystone)

Avaloq chiede 90 milioni a BSI

È la richiesta del fornitore di servizi finanziari alla banca per la rottura del contratto con B-Source

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Avaloq fornitore di servizi di tecnologia finanziaria, ha mandato a BSI una fattura di 90 milioni di franchi per la rottura del contratto tra l’istituto luganese e B-Source, controllata di Avaloq.

Ricordiamo che a fine marzo, una volta annunciata la propria acquisizione da parte della banca EFG International, BSI aveva disdetto il contratto con B-Source, per passare dalla piattoforma informatica di Avaloq a quella di Temenos, impiegata da EFG.

CSI/redMM

Condividi