Un contratto collettivo per gli architetti e gli ingegneri
Un contratto collettivo per gli architetti e gli ingegneri (keystone)

CCL per architetti e ingegneri

Pronta la bozza per il contratto collettivo del settore che potrebbe entrare in vigore il prossimo anno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il contratto collettivo di lavoro del settore degli studi di ingegneria e di architettura è realtà. La strada non è stata delle più semplici ma il documento è pronto e mercoledì sera è stato avallato dall’assemblea dell’ASIAT, l’associazione degli studi di ingegneria e architettura. La bozza dovrà ora essere approvata dalla SECO a Berna e prevede, tra l’altro, salari minimi per tutti da 60'000 franchi e la 13esima mensilità.

Soddisfatti anche i sindacati che avevano insistito per maggiori controlli sulle assunzioni di stagisti. Dietro a questa pratica, rilevavano i sindacati, si sarebbe potuto nascondere il fenomeno del dumping salariale.

La settimana ventura, infine, l’accordo dovrebbe essere sottoscritto dalla parte sindacale e dai vertici dell’ASIAT per poi essere inviato a Berna. Se non ci saranno intoppi di sorta, il CCL del settore potrebbe entrare in vigore a partire dall’inizio del prossimo anno.

Quot/Swing

Dal Quotidiano:

Architetti e ingegneri, ecco il CCL

Architetti e ingegneri, ecco il CCL

Il Quotidiano di giovedì 01.06.2017

 
Condividi