(keystone)

Corsa al vaccino antinfluenzale

Primo stock già esaurito in Ticino, per la seconda fornitura bisognerà aspettare la fine di novembre - Richieste anche da oltre confine

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La prima fornitura di dosi di vaccino antinfluenzale è praticamente esaurita in Ticino. A confermarlo è il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini, spiegando che il primo stock è già stato tutto utilizzato o prenotato. Il Dipartimento della sanità e della socialità aveva già annunciato che fino al 30 novembre sarebbe stata data priorità al personale sanitario, agli anziani e alle persone affette da malattie croniche.

La seconda fornitura è prevista per la fine di novembre. Ma anche in questo caso, "prima di poter passare alle fasce meno a rischio dovremo definire se ci sono ancora dei bisogni" tra coloro che sono stati definiti prioritari, precisa Giovan Maria Zanini. Attualmente, a livello nazionale sono previste 6-700'000 dosi supplementari, ma non è ancora chiaro quante verranno garantite al Ticino.

C'è poi richiesta anche da oltre confine. "Abbiamo avuto dei clienti italiani che ci hanno interpellato perché anche in Italia i vaccini sono esauriti, ma purtroppo non possiamo soddisfare queste richieste", afferma Tina Urbani, gerente della farmacia Cinque Vie di Lugano che ha esaurito la sua scorta già due o tre settimane fa.

Vaccini esauriti, si attende

Vaccini esauriti, si attende

Il Quotidiano di domenica 25.10.2020

 
CSI/eb
Condividi