Un velivolo della Darwin
Un velivolo della Darwin (Keystone)

Darwin ha lasciato una voragine

Il crack non ha creato solo decine di disoccupati ma pure un debito con Lugano Airport di 600'000 franchi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il fallimento di Darwin, oggetto pure di un’inchiesta penale della procura, mette in luce anche altri sviluppi. I quotidiani ticinesi in edicola venerdì segnalano infatti che la compagnia defunta non ha solo lasciato senza lavoro ben 250 collaboratori, ma pure una voragine da 600'000 franchi a Lugano Airport SA (LASA).

Su tali basi, il procuratore pubblico Andrea Balerna sta indagando per appurare se vi sono stati comportamenti illeciti all’origine del crack del vettore aereo ticinese. Il pp ha acquisito la documentazione in possesso dell’Ufficio esecuzione e fallimenti e compirà le verifiche necessarie con il liquidatore fallimentare e altre persone coinvolte nella vicenda, allo scopo di definire precise responsabilità.

Il liquidatore dal canto suo avrà il compito di definire chi sarebbe in credito con Darwin e di quanto. Oltre a dipendenti e istituti di credito, ci sarebbe appunto un debito cospicuo pure con LASA da 600'000 franchi.

EnCa

Procedimento penale su Darwin

Procedimento penale su Darwin

Il Quotidiano di giovedì 21.12.2017

Condividi