La chiesa di San Martino ha ritrovato tutti i suoi colori (RSI)

Disentis ritrova il suo splendore

La chiesa abbaziale sarà riconsegnata ai fedeli il giorno di San Martino dopo un restauro durato 4 anni

A Disentis si respira nuovamente aria di festa. Dopo quattro anni di lavori di restauri, costati 16 milioni di franchi, la chiesa abbaziale, bene culturale di importanza nazionale, sarà riconsegnata ai monaci benedettini e ai fedeli. La messa si svolgerà lunedì prossimo, 11 novembre, giorno di San Martino di Tours, patrono della località sursilvana. Nel corso della celebrazione sarà consacrato anche il nuovo altare. Per sostituire il precedente tavolo in legno (provvisorio da 50 anni) è stata commissionata un'opera imponente, pesante 7 tonnellate, realizzata in marmo di Lasa, una località altoatesina che in passato dipendeva dalla Diocesi di Coira.

Le forme barocche della chiesa di San Martino spiccano nell'imponenza dell'abbazia che domina il paese di Disentis
Le forme barocche della chiesa di San Martino spiccano nell'imponenza dell'abbazia che domina il paese di Disentis (Kloster Disentis)

Gli interventi, iniziati poco dopo la conclusione dei festeggiamenti per i 1'400 anni dalla fondazione dell'abbazia, hanno riguardato tutta la chiesa barocca che da quasi un secolo non subiva più una manutenzione generale. Gli affreschi che caratterizzano le volte sono nuovamente ben visibili, le scritte leggibili, le crepe eliminate, le decorazioni che si stavano staccando fissate, gli stucchi splendenti, le parti danneggiate risistemate e i muri pericolanti rinforzati. Anche la facciate sono state consolidate e ritoccate. Ora a fianco dell'immagine della Madonna, col mantello steso, nel gruppo dei monaci, vi sono anche i visi dei frati che vivono nel monastero sotto la guida di Vigeli Monn, il 66esimo abate di Disentis.

Per ammirare la chiesa di San Martino nel suo totale splendore bisognerà però attendere ancora quasi un anno. L'organo sarà infatti pronto solo per la Pentecoste del 2020, mentre i lavori della facciata barocca termineranno nell'autunno.

L'abbazia di Disentis riapre

L'abbazia di Disentis riapre

TG 20 di martedì 05.11.2019

 
Diem/GS/TG
Condividi