Il Parco nazionale è un rifugio eterno
Il Parco nazionale è un rifugio eterno (keystone)

Dove la natura è padrona

Il Parco nazionale svizzero è nato come una risposta all'industrializzazione e al cattivo turismo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Parco nazionale in Engadina è un rifugio eterno per piante e animali, un "santuario naturale", come lo ha descritto uno dei suoi padri, il professore di botanica zurighese Carl Schröter, che definì l'idea di creare la prima riserva naturale protetta dell'arco alpino.

Sullo sfondo di quell’iniziativa c’erano i timori di fronte a un turismo crescente e a un'industrializzazione che a inizio Novecento sembrava volersi espandere in tutti gli angoli del paese. Per finanziare l'operazione, assieme ad altre persone, Schröter fonda la Lega svizzera per la protezione della natura, oggi chiamata semplicemente Pro Natura.

Il progetto è stato approvato dalle Camere grazie al sostegno del campo borghese e dal primo agosto 1914 il Parco nazionale svizzero è realtà.

 

Grigioni Sera

Il Parco

Il Parco Nazionale Svizzero ricopre una superficie di 168 kmq. È una delle aree europee più ricche di selvaggina: cervi, caprioli, camosci, selvaggina da roccia, marmotte, lepri, volpi, acquile reali, gipeti, oltra a una flora fantastica. Grazie alla rete di sentieri escursionistici, i visitatori possono godersi una natura intatta. Il Parco Nazionale è conosciuto per essere uno dei parchi meglio protetti in Europa. Orari d'apertura: da giugno a ottobre, tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.

La cartina

Condividi