Ecco uno dei lupi della Rovana

Le immagini di un esemplare riprese a Cimalmotto - Confermata la predazione a Novazzano

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I segnali della presenza dei lupi in alta Vallemaggia (e non solo) si moltiplicano. Un esemplare è anche stato filmato a Cimalmotto, mentre si aggirava nei prati tra i diversi rustici presenti in località Pianelli inseguendo un ungulato. Le immagini sono state realizzate sabato sera.

La zona si trova a un'altitudine di circa 1'400 metri in Valle di Campo, a meno di 5 chilometri a ovest in linea d'aria da Cerentino, dove martedì della scorsa settimana è avvenuto l'attacco al gregge di Marco Frigomosca. L'accaduto ha scatenato la reazione degli allevatori e dell’Associazione per un territorio senza grandi predatori, inducendoli a scaricare le carcasse di una quindicina di pecore davanti a Palazzo delle Orsoline.

Pecore sbranate in piazza

Pecore sbranate in piazza

Il Quotidiano di martedì 26.04.2022

 

Intanto l'Ufficio caccia e pesca ha comunicato che gli esami del DNA hanno confermato che lo scorso 12 aprile a Novazzano 13 ovini sono stati uccisi da un lupo. Nel frattempo la sua presenza non è più stata segnalata nel Mendrisiotto. "L'ipotesi più plausibile  - scrive il servizio cantonale - resta quella di un esemplare in dispersione che ha già lasciato la zona".

Il 21% dei candidati al Parlamento grigionese sostiene la tolleranza zero

Sono 104 i candidati al Gran Consiglio retico che sostengono la "Charta del lupo" dei contadini grigionesi, tramite la quale è richiesta tolleranza zero e al massimo due branchi di lupi invece dei sei-sette attuali. La maggior parte dei firmatari è presente sulle liste dell'UDC (58), 40 sono dell'Alleanza del Centro e 6 del PLR. Fra i Socialisti, i Verdi e i Verdi liberali non si registrano adesioni. Secondo l'associazione non tutti i 491 candidati sarebbero ancora stati raggiunti.

RED. MM.
Condividi